MonteMarioToday

Galleria Giovanni XXIII, il dietrofront del Comune non placa la protesta: “Lavori tutti in estate”

Cantieri rimodulati nel tunnel di Roma nord che dal 20 gennaio chiude in direzione Pineta Sacchetti, la petizione di Fratelli d'Italia: "Spostare tutti gli interventi nel periodo estivo"

I tempi per la manutenzione della “canna nord”, quella a salire verso Pineta Sacchetti, ridotti da 75 giorni a “35-40” al massimo; il cantiere nella “canna sud”, in direzione Salaria-Stadio Olimpico, rimandato al mese di luglio, dopo la chiusura delle scuole e l’Europeo di calcio. 

Lavori Galleria Giovanni XXIII: tempi ridotti e slittamento a luglio

Sui lavori di Galleria Giovanni XXIII, prima annunciati per 150 giorni complessivi, il Comune ha fatto un passo indietro. 

Una rimodulazione degli interventi per evitare la paralisi di un intero quadrante: si perché quei tre chilometri di tunnel, nella parte orientale prolungamento della Tangenziale Est, consentono il congiungimento diretto tra Foro Italico e Corso Francia con via Cortina d'Ampezzo, Trionfale e Monte Mario. Il modo più veloce di raggiungere e fuoriuscire da quadranti popolati e trafficati.

Galleria Giovanni XXIII chiusa dal 20 gennaio

Non solo per i residenti: Galleria Giovanni XXIII per molti rappresenta il percorso più breve per raggiungere il Policlinico Gemelli, il Columbus,  l'ospedale San Filippo Neri e il Cristo Re. Un quadrilatero nevralgico per l’assistenza sanitaria e le emergenze. 

Ma se la chiusura della galleria verso Salaria in primavera-estate, nel pieno degli eventi sportivi e musicali, con le scuole ancora aperte, è scongiurata, a far temere il traffico da “bollino rosso” sono i lavori che inizieranno nella “canna nord” il 20 gennaio

Così c’è chi chiede che tutta l’opera di manutenzione, mai così strutturale dall’inaugurazione di Galleria Giovanni XXIII avvenuta nel 2004, venga effettuata in estate. 

Galleria Giovanni XXIII, si dimezzano i tempi di chiusura: il cantiere durerà un mese

Lavori Galleria Giovanni XXIII: “Vanno fatti in estate”

“La diminuzione della tempistica non risolverà affatto il merito del problema ovvero il caos viabilità che si verrà a creare sull’intero quadrante di Roma nord. Manca ancora un piano di viabilità alternativa, temiamo che le ambulanze dirette verso gli ospedali rimarranno imbottigliate, il caos ci sarà comunque. Dunque – hanno scritto in una nota gli esponenti politici di Fratelli d’Italia impegnati in una petizione - ribadiamo che i lavori devono essere tutti spostati nel periodo estivo quando le scuole sono chiuse, di notte e lasciando comunque aperta una delle due corsie delle gallerie”. 

Giovedì 16 in Campidoglio la commissione congiunta mobilità e lavori pubblici, “in quella sede – assicurano da FdI - ribadiremo le nostre richieste e cercheremo di far ragionare lor signori, per evitare di far sprofondare Roma Nord nel caos più assoluto”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

Torna su
RomaToday è in caricamento