Sabato, 18 Settembre 2021
MonteMario Selva Candida / Largo Ines Bedeschi

Selva Nera, scomparsa la targa dedicata alle donne partigiane

Inaugurata il 25 aprile 2014, già era stata imbrattata. La segnalazione di una residente. Barletta (Pd): "Infangata la memoria di un quartiere"

La targa scomparsa

È scomparsa la targa intitolata alle donne partigiane che si trova su largo Ines Bedeschi, a Selva Nera. La segnalazione è arrivata da una residente della zona, che stamani si è accorta di quanto avvenuto. Va detto, per la cronaca, che ieri sera – 20 ottobre – sulla targa (già in passato macchiata da croci celtiche) era apparso un manifesto di estrema destra.

Mi auguro che il Municipio ripristini al più presto la targa. Questo è un gesto che infanga la memoria di un quartiere. È stato oltraggiato un simbolo che omaggia donne medaglie d’oro alla resistenza” sono state le parole di Valerio Barletta, consigliere del Pd, che aveva inaugurato la targa il 25 aprile 2014 con la partigiana Luciana Romoli. Sulla vicenda è intervenuto anche Fabrizio Modoni, Sinistra italiana: “Se la sparizione fosse un atto non autorizzato, ci troveremmo di fronte a un grave attacco ai valori che quella targa ricordava. Il tentativo di cancellare la memoria della resistenza e deturparne i simboli mostra quanto sia oggi necessario ribadire con forza i valori fondativi della democrazia partecipata e della rappresentanza parlamentare, oggi in discussione con la riforma costituzionale”.  

La Costituzione – ha continuato – come diceva già Calamandrei,  deve essere alimentata e rinnovata ogni giorno, impegnandosi per la sua piena applicazione. Spero che le autorità preposte procedono alle indagini del caso e quelle municipali e capitolina si attivino con urgenza per il ripristino della targa, qualora venisse accertata la sua illecita rimozione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selva Nera, scomparsa la targa dedicata alle donne partigiane

RomaToday è in caricamento