Martedì, 26 Ottobre 2021
MonteMario Piazza di Santa Maria della Pietà, 5

Elezioni Municipio XIV, intervista ad Andrea De Angelis: candidato presidente dei Liberisti Italiani

Funzionario del Ministero della Giustizia, 56 anni della Balduina vuole conquistare lo scranno più alto del Roma Monte Mario: "La parole d'ordine sono libertà dei cittadini e trasparenza del settore pubblico". La ciclabile di Pineta Sacchetti? "Danno mostruoso"

Andrea De Angelis è il candidato presidente dei Liberisti Italiani in Municipio XIV. 56 anni, funzionario del Ministero della Giustizia vive a Balduina. Negli anni ha accumulato esperienze internazionali in campo ambientale e climatico, nella cooperazione internazionale. In politica ricorda l’impegno sul referendum per la Giustizia con i Club Pannella, nel 2012 tra gli attivisti del comitato cittadino Fare per Fermare il declino. RomaToday lo ha incontrato per sapere qual è la sua visione del Roma Monte Mario e quali sono i progetti per il Municipio XIV che vorrebbe governare. 

I Liberisti Italiani hanno accettato una sfida molto importante, quella alle prossime amministrative di Roma. Qual è il vostro elettorato di riferimento e a chi si rivolge la sua proposta politica?

La nostra proposta politica cerca innanzitutto di far tornare fiducia in tanto elettorato, che oramai sfibrato e fiaccato, ha abbandonato il voto. La deriva statalista, che ha fatto pensare, giustamente, che i partiti esistenti non facessero gli interessi reali della vita dei cittadini, ma solo il proprio “particulare”, cioè il loro orticello, ha impedito a molte persone di trovare nella politica quel naturale impegno che la cittadinanza dovrebbe rivolgere alla polis, la città, dove è nata una idea di politica diretta e nobile. Tra chi non vota più da trent’anni in Italia ci sono moltissimi liberali, che ormai non sono più rappresentati in Parlamento. Inoltre c’è un elettorato che ha votato tante volte sperando in un cambiamento in senso liberale, con Berlusconi, con la Lega, con Fratelli d’Italia, anche in parte con i 5 stelle, ma che è stato puntualmente deluso di un cambiamento. La Giunta Raggi ha raggiunto dei livelli di gestione pessima, ma non completamente per colpe proprie.

Il Mercato di Primavalle I doveva essere il fiore all’occhiello del territorio, giace ancora incompleto e semivuoto. Qual è il suo impegno in merito?

Credo sia necessario fare una analisi approfondita dei costi e benefici, ascoltando operatori e associazioni di quartiere per capire se valga o no la pena perseguire l’obiettivo che ci si era posti. Quando le cose si fermano è brutto segno, si vede che prevalgono altri interessi. Di sicuro anche sul Mercato occorre fare trasparenza e chiarezza, di costi sostenuti e di spese già fatte innanzi tutto. Per capire cosa occorra fare.

Tra le grandi opere previste nel Municipio XIV c’è la funivia Casalotti-Battistini, che cosa ne pensa?

Io credo che tutto ciò che riguarda il trasporto e il traffico a Roma occorra un ridisegno complessivo.La politica municipale può molto poco. Disastrosa è la situazione del trasporto come quella dei Rifiuti. Ma un Municipio può solo far sentire la propria voce in sede Comunale. Una funivia che oltrepassi il traffico su strada mi sembra più una boutade che altro. Ma qualora il costo per un’opera abbia dei vantaggi, e la sicurezza fosse garantita, si potrebbe fare una valutazione di quali alternative esistono. Il punto è che qualunque cosa necessita di una tempistica diversa rispetto al passato. Ma una filovia su terra o una funivia per aria possono essere equiparate in termini di costi benefici e di tempistica necessaria all’ottenimento dell’obiettivo. Analizzeremo la situazione cercheremo di fare chiarezza perché i cittadini prendano visione di cosa si nasconde di fronte a tanto immobilismo ventennale in termini di traffico locale.

La ciclabile di Pineta Sacchetti, che congiunge la fermata metro Battistini e quella Gemelli sulla Roma Viterbo, sta facendo molto discutere per i disagi arrecati alla viabilità. Che cosa ne pensa, è con quella parte di residenti che ne chiede lo smantellamento?

Ho già risposto in parte. La ciclabile sulla Pineta sacchetti ha ridotto la carreggiata. Certe volte questo esaltare le ciclabili ha creato danni mostruosi come a via Gregorio VII, con le macchine parcheggiate nel mezzo. Tanto più che non vedo perché un ciclista voglia fiancheggiare file di auto incolonnate, costrette su carreggiate minimali, piuttosto che avere vie alternative in mezzo ad alberi e parchi. Al momento ripristinerei la situazione “quo ante”, cioè tornando a come era in passato. Poi sicuramente troverei modi alternative per ciclabili e soprattutto i pericolosissimi monopattini.

Appello finale. Perchè i cittadini del XIV dovrebbero votare Andrea De Angelis presidente?

Le parole chiave di Liberisti italiani sono: Libertà dei cittadini e Trasparenza del settore pubblico che dai cittadini è finanziato tramite la fiscalità. Perchè vogliamo trasparenza e informazione sulle spese fatte in tutti questi anni, e vogliamo collaborare con tutte le forze che intendono risparmiare sulla spesa pubblica. Inoltre perché la nostra azione durante il permanere dello Stato di Emergenza sarà finalizzata ad ottenere la maggiore trasparenza amministrativa e contabile di tutte le spese istituzionali e pubbliche finalizzate all’emergenza anche nel Municipio. Inoltre si lavorerà per garantire il miglior confronto possibile sui dati scientifici e sanitari riguardo alla pandemia di COVID-19 e ai temi vaccinali. 

Da dove partirete?

Fin dal costituirsi della Giunta di governo del Municipio, Liberisti Italiani costituirà un Governo Ombra (Shadow Cabinet) Municipale, pronto a rispondere a ogni azione decisa in Consiglio o alle singole situazioni riguardanti Roma Capitale, sulle quali occorra prendere una posizione da parte del Territorio del Municipio XIV. Per la formazione di questo Governo Ombra, Liberisti Italiani utilizzerà i suoi candidati e chiederà alle migliore forze vitali della cittadinanza, ai Comitati di cittadini, attraverso consulenze e expertise volontarie. Il Programma di Liberisti Italiani per il Municipio XIV, nelle more delle proprie competenze, si ispira alla più ampia sussidiarietà, in condizioni di piena libertà, ove ciò che non è espressamente vietato, rimane una attività libera. Ciò che può essere efficacemente fatto dai cittadini e dalle associazioni di liberi cittadini e dalle comunità territoriali, non necessita di alcun intervento statale, di governo comunale o municipale, o pubblico, in genere. In attesa che questo programma di sussidiarietà si dispieghi, Liberisti Italiani promuove tutte le libere attività associative a livello territoriale, facilitando l’accesso di queste a fondi pubblici suppletivi, purchè si garantisca il minimo costo alle operazioni di gara pubblica , e si garantiscano regole trasparenti, attraverso operazioni aperte al pubblico, con comitati di cittadini garanti e indipendenti. Puntiamo alla futura creazione di una agenzia municipale delle uscite, che, senza alcuna spesa in più per le casse comunali o municipali, possa informare periodicamente - anche su richiesta - i cittadini del Municipio su ogni Euro speso.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Municipio XIV, intervista ad Andrea De Angelis: candidato presidente dei Liberisti Italiani

RomaToday è in caricamento