rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Accoglienza / Esquilino / Via Matteo Boiardo

Ecco la nuova casa di Peter Pan per l’accoglienza oltre la cura

La Terza Stella accoglie le famiglie di bambini con tumore e leucemie offrendo loro non solo un’abitazione ma una rete di supporto

Accogliere le famiglie di bambini con tumore e leucemie, che non possono rientrare nei loro Paesi, offrendo loro non solo un’abitazione ma una rete di supporto a 360 gradi, per poterle accompagnare verso l’autonomia linguistica, lavorativa, abitativa, e sostenere il loro inserimento nel tessuto sociale e scolastico, durante e nel dopo le cure. E’ questo l’obiettivo del progetto “L’accoglienza oltre la cura”, nato nell’ambito dell’emergenza Ucraina e realizzato dall’associazione di volontariato Peter Pan.

L'accoglienza oltre la cura

Con questa nuova iniziativa Peter Pan estende l'accoglienza oltre il periodo dei trattamenti oncoematologici grazie a una nuova struttura, “La Terza Stella”, che va ad affiancare le due già esistenti: “La Prima Casa” e “La Seconda Stella”. Qui le famiglie italiane e straniere, costrette a trasferirsi nella capitale per garantire ai loro figli il diritto ad accedere ai più avanzati protocolli di cure oncologiche, possono trovare un tetto e un'intera rete di servizi, secondo un modello di accoglienza socio-sanitaria messo a punto per permettere loro di affrontare nel modo più sereno possibile il periodo della malattia. 

La Terza Stella accoglie famiglie di bambini con tumore e leucemie

“Sono 102 le famiglie ospitate dal primo gennaio al 31 ottobre 2022 presso la Prima casa e La Seconda Stella, per un totale di 5.540 giornate di accoglienza dei pazienti e sono 10.907 le giornate di accoglienza dei familiari. 849 le famiglie accolte in totale dal giugno 2000, data di nascita della Prima Casa. Con l’apertura de La Terza Stella - spiega Gian Paolo Montini, Direttore Generale Peter Pan Odv - Peter Pan raddoppia il numero degli alloggi e potrà accogliere ogni giorno oltre 60 nuclei familiari, portando il suo polo d’accoglienza per pazienti oncoematologici pediatrici ad attestarsi come il più grande d’Europa”.

La storia dell'associazione Peter Pan

“L’associazione - racconta Roberto Mainiero, Presidente Peter Pan Odv - nasce a Roma nel 1994 per volontà delle mamme Marisa e Giovanna che, insieme ad altri genitori di bambini malati di cancro, sentivano l’urgenza di aiutare famiglie costrette a trasferirsi nella Capitale, dall’Italia e dal mondo, per garantire ai figli l’accesso alle cure d’eccellenza. Veniamo da quasi tre anni di pandemia, isolamento, difficoltà di portare avanti iniziative di volontariato a causa delle misure restrittive imposte per limitare la circolazione del Sars-Cov-2. Nonostante questo, Peter Pan cresce e si ampia, e proprio nei momenti più difficili rilancia la sfida”.

“L’associazione nasce da un’esperienza personale, che ho vissuto per curare mio figlio, negli anni 1990, portandolo dall’Italia agli Stati Uniti. Ora come allora, il nostro obiettivo – aggiunge Maria Teresa Barracano Fasanelli, fondatrice e Presidente Onorario Peter Pan Odv - è quello di restituire ai bambini in cura i diritti negati dalla malattia, perché questi piccoli pazienti sono costretti ad affrontare tanti problemi, non solo legati alle cure e ai tanti esami da sostenere, ma anche ad aspetti che riguardano la loro vita quotidiana, come la separazione dalla propria casa, dagli amici, dai giochi, dal resto della famiglia, dalla scuola”. 

Il Campidoglio: "Esempio di accoglienza che ci rende fieri"

Presente all’inaugurazione de La Terza Stella anche l’assessora comunale alle Politiche Sociali e alla Salute Barbara Funari: "Una vera e propria casa che cura con l'amore e l'affetto di tanti volontari. Un esempio di accoglienza - ha detto - che mette in campo un'efficace integrazione tra Istituzioni, sanità e servizi di territorio. Diamo un futuro di speranza e di cura ai tanti bambini che ancora scappano dalla guerra e hanno bisogno di una casa, un esempio di accoglienza della nostra città di cui andare fieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la nuova casa di Peter Pan per l’accoglienza oltre la cura

RomaToday è in caricamento