menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La demolizione dell'ex istituto Santa Maria degli Angeli

La demolizione dell'ex istituto Santa Maria degli Angeli

Santa Maria degli Angeli, via alla demolizione: addio a un pezzo di storia del quartiere

L'ex istituto legalmente riconosciuto era uno dei simboli del quartiere

“Era un punto di riferimento”. L’ex istituto - legalmente riconosciuto - Santa Maria degli Angeli è un ricordo. Nei giorni scorsi è cominciata la demolizione dell’immobile che si trova alla Balduina, in via Lattanzio, Municipio XIV. Secondo un progetto in essere, sorgeranno tre edifici: due a uso residenziale e uno con destinazione mista. “Era una grande famiglia – ha detto una ex studentessa, oggi madre di due figli – qui sono entrata alla scuola materna e mi sono diplomata. Mio figlio maggiore ha conseguito la maturità in un’altra scuola, perché l’istituto ha chiuso proprio quando lui stava frequentando l’ultimo anno di Liceo. La preparazione fornita era ottima, non è vero che tutti promuovevano solo perché c’era una retta da pagare. Qui bocciavano pure”.

La genesi del Santa Maria degli Angeli

L’istituto è nato nel quartiere intorno agli anni Trenta. All’inizio ospitava la materna e le elementari, lungo viale delle Medaglie d’Oro. Nel corso degli anni Cinquanta, il Santa Maria degli Angeli si è trasferito in via Lattanzio, dove è rimasto fino alla demolizione. Il cambio di passo dell’istituto c’è stato con l’arrivo della scuola media, dell’istituto magistrale (chiuso a fine anni Ottanta), del liceo Classico, del liceo Scientifico e dell’asilo nido (nel 2001). Circa sette anni fa il Santa Maria degli Angeli ha chiuso i battenti. 

Il futuro dell'ex istituto

Oggi, come detto, altri orizzonti aleggiano da queste parti della Balduina. Il segno dei tempi, direbbe qualcuno. Anche se chi è cresciuto qui la vede in altra maniera: “Tanti rapporti si sono consolidati anche dopo la scuola. Peccato che venga demolito. So che c’è l’intenzione di formare un’associazione con gli ex studenti. Che sia, questo, un modo per mantenere vivo l’istituto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento