Martedì, 22 Giugno 2021
Balduina Valle Aurelia / Via Livio Andronico, 16

Crollo alla Balduina e disagi quotidiani: dopo un mese i cittadini attendono risposte

Acqua e gas sono tornati, manca internet. M5S: "Ok a un Consiglio tematico"

La situazione a ridosso del cantiere

"È già passato un mese? Come vola il tempo". Alle 17,30 del 14 febbraio, giorno di San Valentino, un crollo all'interno del cantiere - dove una volta sorgeva l'ex istituto Santa Maria degli Angeli e dove sono previste tre palazzine, due a destinazione residenziale e una a destinazione mista - ha fatto precipitare una parte della strada, tra via Livio Andronico e via Lattanzio, alla Balduina. Due stabili vennero fatti evacuare e per fortuna non si registrarono feriti. Da allora sono trascorsi trenta giorni e la carne al fuoco non è mancata: le indagini della procura, il rientro nelle abitazioni sgomberate, il ritorno di quasi tutte le utenze (manca internet). Insomma, una normalità delle cose che si accompagna, parallalemaente, all'attesa di risposte su quanto avvenuto.

Crollo alla Balduina, evacuate 20 famiglie

La testimonianza

"Mia madre è tornata a casa la settimana scorsa – ha commentato un cittadino – adesso può usufruire di acqua e gas, cosa che non era possibile dopo aver ricevuto l'ok circa l'agibilità del fabbricato. Però non c'è internet e le linee telefoniche sono fuorigioco". Inoltre, sono ancora bloccati i mezzi parcheggiati nelle aree interne del palazzo (uno di quelli evacuati) che accedono alla strada dal civico 16: "Speriamo che la situazione si risolva quanto prima. Diciamo che il bicchiere è mezzo pieno". Nel frattempo, chi abita in zona parla di "nuovi rumori martellanti alle finestre" e dell'assenza del passaggio della linea bus 990.

Balduina, rientro amaro a casa: mancano acqua e gas

Il lavoro del Municipio XIV

"A mio avviso, il bicchiere è pieno a trequarti". Francesca Giaracuni, capogruppo del M5S di Monte Mario, ha fatto il punto della situazione: “Il Movimento Cinque Stelle ha già detto, e conferma, di essere favorevole sia a un Consiglio tematico su quanto avvenuto alla Balduina sia alla proposta di creare una commissione di indagine speciale che raccolga informazioni più utili e possibili a favore della cittadinanza. L’Amministrazione – ha continuato – da subito è stata in stretto contatto con vigili del fuoco, protezione civili, forze dell’ordine: l’obiettivo era riportare la sicurezza nella zona. Acqua e gas adesso sono presenti negli stabili. I tempi, di ripristino, considerando quanto accaduto, sono stati soddisfacenti. Di questo bisogna ringraziare il lavoro del presidente, Alfredo Campagna e dell’assessore alla Sicurezza, Michele Menna. Più che gli allarmismi, a noi interessa fornire notizie certe e utili ai residenti”.

"I lavori alla Balduina? Una scelta folle"

livio andronico-2

La commissione di indagine

La proposta della commissione di indagine è stata avanzata lo scorso febbraio da Massimiliano Pirandola, consigliere de La Destra-Lista Storace, che ha aggiunto: "È auspicabile che la commissione (sull'ok il parlamentino si pronuncerà il 23 marzo) e il Consiglio tematico abbiano luogo il prima possibile. In Aula sarà importante arrivare preparati, usufruendo - perché no - della possibilità di ascoltare contributi esterni da parte di esperti. Ovviamente, il nostro è un lavoro informativo che non deve sovrapporsi a quanto sta facendo la magistratura". 

Esposto contro la sindaca Raggi

I cittadini attendono informazioni

Al tempo stesso, c'è chi sta spingendo sull'acceleratore, affinché la storia non finisca nel dimenticaio. Di questa fazione è Federico Guidi, dirigente romano di Fratelli d'Italia: "Rimangono senza risposte i quesiti sulle responsabilità del crollo, sui controlli del cantiere e cosa succederà nei prossimi mesi in ordine alla realizzazione delle palazzine". Ma i problemi sono pure altri, legati alla chiusura della strada e all'assenza di cassonetti, con tutto quello che ne può conseguire. Un aspetto, questo, evidenziato da Julian Colabello, consigliere Pd del Quattordicesimo, che ha rimarcato: "L'Amministrazione deve far sapere ai cittadini cosa intende fare, i residenti non hanno informazioni. In attesa del Consiglio tematico, la prossima volta che l'Aula si riunirà presenterò tre mozioni in merito a questa storia. Infine domani 15 marzo, come anticipato il 20 febbraio, sarà depositato l'esposto contro la sindaca Virginia Raggi e il minisindaco Campagna". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo alla Balduina e disagi quotidiani: dopo un mese i cittadini attendono risposte

RomaToday è in caricamento