MonteMarioToday

Dolce e salato, il Comitato Balduina in prima fila contro lo spreco alimentare

Il cibo, recuperato dalla scuola Ovidio e dal bar Caffè Caldo, è consegnato alla mensa della parrocchia Santa Lucia: "Anche in un quartiere benestante ci sono persone in difficoltà"

Cibo recuperato dai volontari (foto Facebook Comitato Balduina)

Il dolce e il salato, per rendere la vita meno amara. Il Comitato Balduina, dalla fine del 2015, sta portando avanti l’iniziativa contro lo spreco alimentare. Da una parte fa il pieno di cibo, dall’altra garantisce il sostegno alla mensa della parrocchia Santa Lucia. Alberto Pala, a RomaToday, raccontato come nasce l’idea.

Volevamo dare una mano alle famiglie svantaggiate del quartiere. Così ci siamo rivolti alla scuola Ovidio. Manuela Inzillo, referente dei progetti esterni, ha detto che non conosceva casi di tal genere. Ma si è subito appassionata – sottolinea – e si è detta disposta, a nome dell’istituto, a donare ciò che non veniva consumato dai bambini all’ora di pranzo. Il suo aiuto è stato fondamentale, per l’avvio e la realizzazione del progetto. Noi, successivamente, abbiamo individuato la mensa Santa Lucia, all’altezza di circonvallazione Clodia, dove poter avviare un discorso”.

Questo spazio offre pasti tre volte a settimana. Il Comitato Balduina entra in azione il mercoledì, ogni quindici giorni, dopo aver fatto tappa all’Ovidio dove recupera gli alimenti ancora intatti come pane, snack, frutta, biscottini ("devono essere imbustati, mai cotti"). In più, da un paio di mesi, fa parte della rete anche il bar Caffè Caldo di via Pietro Borsieri, zona Prati. “Una sera un nostro volontario si trovava nel locale – spiega Alberto – e ha visto che erano rimasti invenduti cornetti, tramezzini, panini. Allora si è presentato al proprietario, ha illustrato la nostra 'mission' ed è bastato poco per trovare un’intesa. Qui facciamo il carico il venerdì".

Le proposte in cantiere sono tante: "Il desiderio è ampliare la maglia con altre scuole. All’Ovidio abbiamo organizzato delle giornate affrontando il tema del cibo, spiegando ai bambini di tutte e cinque le classi che non va sprecato. Il messaggio da far passare è che pure in un quartiere benestante, tipo Balduina, ci sono persone in difficoltà. Invece di andare al supermercato, fare la spesa e donare prodotti da mangiare - sia chiaro, resta un gesto lodevole - meglio prendere le risorse in essere e recuperarle: questa è la lezione. E i nostri piccoli aiutanti, giorno dopo giorno, lo stanno capendo. In fondo, il futuro parte da qui".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

Torna su
RomaToday è in caricamento