MonteMarioToday

Ambiente e risparmio energetico, arrivano 400 mila euro per la scuola Chiodi a Balduina

Lo stanziamento dei fondi europei per adeguare l'istituto in linea con gli interventi per l'energia sostenibile. La polemica: "In altre scuole problemi molto più gravi"

Saranno stanziati più di 400 mila euro per l'efficientamento energetico della scuola media Chiodi Dionigio Romeo, a Balduina. Il finanziamento arriva dai fondi europei messi a disposizione per investire sugli edifici pubblici migliorandone così la sostenibilità economica ed ambientale attraverso interventi per l'efficienza energetica e l'incremento dell'uso delle energie rinnovabili. La notizia è stata ufficializzata con la comunicazione da parte dell'Assessore capitolino Paolo Masini della graduatoria delle proposte ammesse e selezionate attraverso il bando (tecnicamente, la call for proposal) della Direzione Regionale Infrastrutture Ambiente e Politiche Abitative, all'interno della linea di intervento denominata "energia sostenibile".

Con l'approvazione del progetto relativo all'istituto comprensivo, arriveranno dunque 415.722,89 euro per adeguare la scuola contro gli sprechi energetici attraverso l'installazione di nuovi infissi. "Una grande soddisfazione personale perché ci ho creduto dall'inizio portando la proposta in una delle prime Giunte municipali, concretizzando il tutto con il lavoro della commissione guidata da Stefania Portaro (Lavori Pubblici, ndr) e dell'Ufficio Tecnico municipale", il commento entusiasta dell'Assessore all'Ambiente del Municipio XIV Ivan Errani. E sarà proprio Errani, assieme all'Assessore alla Scuola Daniela Scocciolini a seguire da questo momento in poi l'iter attuativo posto in essere dalla Regione che porterà poi alla realizzazione materiale dell'intervento.

"Una bella vittoria per l'ambiente e per i bambini che ogni giorno frequentano la scuola", come commentato dal gruppo Sel del Municipio XIV. Ma se da una parte ci si rallegra per la bella notizia, dall'altra incalzano le polemiche per un finanziamento a detta di alcuni "secondario" rispetto alle ben più urgenti necessità di molte altre scuole del territorio: "da noi ci sono problemi molto più gravi", ci raccontano alcuni genitori. E basta citare due esempi su tutti: il nido Gallo Alfonso e la scuola fantasma di Selva Candida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

Torna su
RomaToday è in caricamento