rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
MonteMario Ottavia / Via Giuseppe Barellai

Unioni Civili, l'estrema destra occupa aula a Monte Mario: "Prima la famiglia, difendila con noi"

Fischi, boati e cori da stadio. Striscioni contro le unioni civili in difesa della "famiglia tradizionale". Un gruppo di ragazzi interrompe la seduta e occupa il consiglio

Un consiglio municipale decisamente movimentato quello che si è svolto ieri nella sede del liceo Pasteur. All’ordine del giorno, la discussione sulla delibera per l’istituzione del registro per le unioni civili nel Municipio XIV, un tema piuttosto caldo per il quale si era già previsto un confronto acceso tanto in sede istituzionale quanto a livello cittadino. Già dai primi interventi aperti al pubblico, cominciano a manifestarsi episodi di dissenso che più di una volta rischiano di incendiare gli animi. Cori da stadio al grido di “scemo, scemo...”, fischi, boati e un generale clima decisamente concitato. Alcuni ragazzi salgono nelle gallerie e appendono due striscioni contro le unioni civili in difesa della “famiglia tradizionale”.

Si alternano interventi che rivendicano l'esistenza "di una sola famiglia, quella costituita da un padre e una madre e tesa unicamente alla procreazione", ad altri che si interrogano "di quali diritti si privano le coppie eterosessuali se anche a quelle omosessuali viene riconosciuta la possibilità di sposarsi o dare valore legale alla loro coppia?" E poi si alza la polemica: "Con tutti i problemi che abbiamo in questo territorio, siamo qui a discutere su queste cose? E' inutile".

BAGARRE IN AULA, IL VIDEO

La seduta si sta svolgendo da circa 5 ore e c’è grande partecipazione in aula, presenti tra i cittadini anche molti esponenti del Comitato della Famiglia e alcuni portavoce di associazioni e comunità per i diritti degli omosessuali. Sono circa le ore 20:00 e poco prima della chiusura dei lavori un gruppo di ragazzi fa irruzione, occupano l’aula ed esibiscono un altro grande striscione con scritto: “Prima la famiglia, difendila con noi”. Uno di loro sale anche in piedi sul tavolo da dove il Presidente del Consiglio Andrea Maurizi coordina i lavori. La seduta viene bloccata, è impossibile riprendere la discussione. C’è qualche attimo di smarrimento, anche i Consiglieri e gli Assessori sono spaesati. Qualcuno di loro scriverà poi su facebook: "In ostaggio in consiglio dove gruppi di estrema destra hanno occupato l'aula".  Il consiglio viene sospeso e la sua prosecuzione rimandata a oggi pomeriggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unioni Civili, l'estrema destra occupa aula a Monte Mario: "Prima la famiglia, difendila con noi"

RomaToday è in caricamento