rotate-mobile
MonteMario San Giovanni / Via Vetulonia, 27

Un’antenna di 30 metri tra villette e querce: i residenti protestano contro “il mostro”

In via Gavi nel consorzio delle Cerquette Grandi la raccolta firme contro l'installazione della SRB: "Temiamo per la nostra salute, verifiche su iter e permessi". Il Municipio XIV si schiera con i residenti: "Va scongiurata"

“Quell’installazione va sospesa”. Sono sul piede di guerra i residenti del consorzio Cerquette Grandi dove da qualche giorno su un terreno di via Gavi sono in corso i lavori preparatori per l’installazione di un’antenna. 

Un’antenna in via Gavi

La ditta incaricata ha già proceduto allo scavo: “Arriverà un traliccio alto 30 metri a poca distanza dalle villette esistenti, la più vicina è a soli 7 metri” – tuonano i residenti. Nessuno di loro, nonostante la pubblicazione online della richiesta della nota compagnia telefonica nel luglio scorso, sapeva dell’idea di porre li una Stazione Radio Base. Un’altra oltre quella a meno di un chilometro in linea d’aria su via della Storta, 234

A Cerquette antenna tra ville e verde

“Siamo preoccupati perché su questa zona già grava la presenza delle antenne della Marina Militare e di Radio Vaticana. Crediamo che questa situazione possa creare gravi danni alla nostra salute, ad una comunità che già conta malati oncologici e cardiopatici” – dicono i residenti interpellati da RomaToday. 

Antenna via Gavi

Da qui la raccolta firme – oltre 500 quelle arrivate in tre giorni - indirizzata alla Sindaca Virginia Raggi e al presidente del Municipio XIV, Alfredo Campagna per chiedere “l’urgente sospensione dell’installazione”. Gli abitanti de Le Cerquette vogliono infatti “verificare la legittimità dell’opera”, il “corretto iter autorizzativo” oltre “all’ottemperanza dei requisiti per la tutela della salute pubblica”. 

Il Municipio XIV contro l’antenna di via Gavi

Gli stessi obiettivi perseguiti dal Municipio XIV. Ieri il voto unanime del parlamentino di Monte Mario alla mozione presentata dalla Lega e firmata anche da Fratelli d’Italia per impegnare il presidente e la Giunta nelle opportune verifiche sui pareri espressi. Ma non solo: chiesta anche una convocazione urgente con tutti gli uffici competenti “per scongiurare l’installazione della SRB in via Gavi”. 

La strada da percorrere sarebbe quella di indicare un’area alternativa in cui installare l’antenna. “Qui tra querce, verde e villette noi sognavamo un parco: oggi invece – constatano in modo amaro i residenti – vediamo arrivare un mostro alto 30 metri”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un’antenna di 30 metri tra villette e querce: i residenti protestano contro “il mostro”

RomaToday è in caricamento