rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Roma da terzo mondo / Olgiata / Via Pettenasco

L'estrema periferia di Roma che nel 2023 è ancora senza fogne

Bonifica e completamento per la rete fognaria di Tragliatella, l'assessora Segnalini: "Riqualifichiamo zone più marginali di Roma"

Bonifica e completamento per la rete fognaria di Tragliatella, il quartiere all’estrema periferia del Municipio XIV. Nato nei primi anni ‘70 l’agglomerato urbano che sorge a circa 24 chilometri dal Grande Raccordo Anulare, poco distante dal lago di Bracciano, è ancora in attesa di molte opere di urbanizzazione: strade e fogne su tutte. Ora c’è a disposizione oltre 1 milione di euro per l’adeguamento degli impianti. Per uscire dalla Roma da Terzo mondo

Tragliatella, arrivano le fogne

“I residenti di quest'area del Municipio XIV aspettavano da anni un intervento risolutivo per avere fognature adeguate. Oggi presentiamo un risultato importante dell'amministrazione Gualtieri, che nel suo programma ha dato un ruolo prioritario agli interventi per la ‘città dei 15 minuti’, vale a dire per la riqualificazione della zone più marginali di Roma Capitale" - ha detto l'assessora comunale ai Lavori pubblici, Ornella Segnalini, in occasione dell'assemblea pubblica promossa dai cittadini del quartiere che si è svolta presso l'Associazione Centro anziani Tragliatella. "Tragliatella non è lasciata sola nemmeno dai grandi interventi del Giubileo”. Oltre a realizzare gli impianti idrici e fognari, il Comune procederà anche alla manutenzione straordinaria profonda di via Santa Maria di Galeria e della Braccianese, compresa la realizzazione delle due rotatorie, una all'incrocio con l'Anguillarese e l'altra con via della Stazione di Cesano. Al coinfine con l’estremo del Municipio XV. “In questo caso - ha spiegato Segnalini - utilizzeremo i fondi del Giubileo e il supporto dell'Anas per fare presto e assicurare a tutti i cittadini di Tragliatella, gli stessi servizi e lo stesso livello di sicurezza stradale che intendiamo raggiungere per la Capitale". 

C’è una Roma da Terzo mondo: migliaia di persone senz’acqua potabile

L'estrema periferia che nel 2023 è ancora senza fogne

"Dopo molti anni di attesa - ha dichiarato il presidente della Commissione Lavori pubblici di Roma Capitale Antonio Stampete - questa amministrazione sta puntando con forza e fermezza sul tema delle periferie, per portare quei servizi essenziali in zone di Roma dove, ancora nel 2023, manca una rete fognaria adeguata. L'inserimento di questo intervento nel Piano investimenti Csimu, con la collaborazione di Acea, è una risposta concreta alle migliaia di cittadini che vivono nella periferia più estrema di Roma, ed è la realizzazione plastica degli obiettivi della Giunta Gualtieri".

Il depuratore per Tragliatella

L'intervento è il primo di una serie e prevede un investimento complessivo di 1,16 milioni di euro del Piano Investimenti del Dipartimento Csimu del Campidoglio sull'annualità 2023. Le operazioni prevedono la realizzazione dei lavori di bonifica e completamento della rete fognaria esistente con esito al nuovo depuratore denominato Tragliatella, che si svilupperà su 1,3 chilometri. Acea si è resa disponibile a effettuare gli interventi necessari per prendere in carico la rete e collegarla al 'Depuratore Tragliatella' che sta realizzando. Il numero delle nuove utenze è di 40 unità abitative e le strade da servire con la nuova tubazione sono: via Pettenasco, via Invorio, via Arborio, via Venaria, via Zubiena, via Andezeno, e via Alpette. Le prossime tappe, assicurano dal Campidoglio, saranno un ulteriore ampliamento della rete fognaria e la ristrutturazione della rete idrica. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'estrema periferia di Roma che nel 2023 è ancora senza fogne

RomaToday è in caricamento