Lunedì, 17 Maggio 2021
Altre Selva Candida / Via Santi Audiface ed Abacuc

Scuola Selva Candida: "Migliorare l’accesso. Bimbi disabili costretti a ritardare entrata e uscita"

Il Comitato spontaneo dei genitori: "Completare i lavori". Tra le necessità: sistemare le aree verdi all'ingresso del plesso e dietro all'edificio. In più chiudere la canalina del giardino, poiché "nei giorni di pioggia riversa davanti al cancello un'elevata quantità di terra"

La scuola elementare di Selva Candida

Terminare i lavori della scuola elementare di Selva Candida. La richiesta è arrivata dal Comitato spontaneo dei genitori, che ha puntato il dito sugli interventi necessari riguardanti l’edificio di via Santi Audiface ed Abacuc.

In primis è stato evidenziato il tema della sicurezza. Ossia il miglioramento dell’accesso al plesso per i bimbi portatori di handicap. Al momento, secondo quanto riferito, i minori con disabilità “sono costretti a ritardare l’entrata e uscita, per non ritrovarsi nel caos di gente che si posiziona su quel poco di spazio disponibile, utilizzato per lasciare o per prendere gli altri bambini”.

A seguire, le mamme e i papà hanno indicato altre richieste. Due relative alle aree verdi, una di fronte alle porte d’ingresso “dove occorre ampliare lo spazio calpestabile per migliorare l’accoglienza dei bambini e familiari” e l’altra nella parte posteriore del plesso, “per creare uno spazio di gioco adeguato. Il tutto – hanno notato – deve essere pensato seguendo chiaramente le normative del Ministero per non creare disagi e problemi ai portatori di handicap”.  A ciò si è aggiunta la sistemazione “del giardino perimetrico della scuola, con la chiusura della canalina che nei giorni di pioggia riversa davanti al cancello d’entrata  un’elevata quantità di terra, che diventa pericolosamente scivolosa”.

Il Comitato, peraltro, ha anche sollevato la questione della creazione di parcheggi per disabili al di fuori del plesso. A tal proposito (secondo quanto riferito) non ha ricevuto il parere positivo dal comando della polizia locale (gruppo XIV), "essendo la scuola predisposta al suo interno di tali spazi, che però non possono essere facilmente fruibili a causa della carenza di personale nell'edificio. Anche per questa problematica – hanno confessato i genitori – il Comitato ha raccolto più di 100 firme in una petizione inviata all'Ufficio scolastico regionale a ottobre 2016, senza però ricevere alcuna risposta". 

Il Municipio XIV – è stato ricordato – si era impegnato a garantire la sistemazione del verde e questo era avvenuto attraverso una votazione unanime di tutti i rappresentanti eletti dai cittadini, dal Pd fino al M5S. Noi crediamo che questo sia il valore aggiunto di quella decisione, che può portare solo benefici ai cittadini. Ora ci aspettiamo che l'attuale Amministrazione  – hanno terminato – continui quel percorso e che stanzi dei fondi, per il completamento dei lavori nella scuola di Selva Candida”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Selva Candida: "Migliorare l’accesso. Bimbi disabili costretti a ritardare entrata e uscita"

RomaToday è in caricamento