rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Altre Selva Candida / Via Santi Audiface ed Abacuc

Sosta selvaggia davanti scuola: accesso vietato al parcheggio dei disabili

Succede a Selva Candida. Una mamma: “Mio figlio non ha scelto di nascere diversamente abile”

Un appello accorato. Una richiesta di buon senso e un commento che non ha lasciato spazio a interpretazioni: “Mio figlio non ha scelto di nascere disabile, voi potete optare dove parcheggiare e fare una bella corsa con i vostri figli a chi arriva prima”. Questo quanto raccontato da una mamma e successivamente ripreso dal comitato spontaneo genitori scuola Selva Candida. In sostanza le auto in sosta davanti al cancello dell’edificio di via Santissimi Audiface ed Abacuc, Municipio XIV, impedirebbero l’accesso (interno) a uno dei due stalli riservati ai diversamente abili. 

Sosta selvaggia davanti alla scuola di Selva Candida

La mamma ha ribadito che la situazione si è ripetuta sia la mattina che il pomeriggio. Cosa che è accaduta pure ieri, 8 maggio: “Non voglio incolpare nessuno, può capitare. Si va sempre di fretta, si corre per portare i figli a calcio, basket e magari non trovate posto. È tutta una corsa – ha continuato – peccato che mio figlio non cammina. Anzi, come dice la sua terapista, deambula con un equilibrio tutto suo. E se riesce a farlo, è solo grazie ai tutori, ausili pesanti da spostare. Dopo una giornata intera a scuola, inoltre, è stanco”.

"Quei parcheggi non sono un privilegio"

Un quadro complicato, ancor più complesso nei giorni di pioggia. Perché il piccolo non è in grado di tenere l’ombrello e allo stesso tempo di camminare a passo spedito né, ha evidenziato la mamma, “posso prenderlo in braccio. Quei parcheggi non sono un privilegio, come molti possono pensare”

Chiesta maggior sensibilizzazione

Il Comitato, così, ha segnalato : “Ci sono troppi genitori o familiari che parcheggiano in doppia o terza fila pur di scendere di fronte all'entrata, eppure basterebbe fare trenta metri a piedi per parcheggiare comodamente nell'ampio piazzale. Speriamo che questo appello possa servire a sensibilizzare tutti coloro che 'distrattamente' pensano che tanto cinque minuti davanti a quel cancello non creano disagi a nessuno. Inoltre – ha terminato – abbiamo chiesto la presenza di un passo carrabile davanti al cancello, che eviterebbe il parcheggio delle auto e, eventualmente, agevolerebbe la rimozione delle vetture in difetto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sosta selvaggia davanti scuola: accesso vietato al parcheggio dei disabili

RomaToday è in caricamento