MonteMarioToday

Parco di Riserva Grande chiuso, faccia a faccia tra cittadini e M5S

Sabato l'appuntamento organizzato dall'associazione Fare XIV. Presenti i consiglieri pentastellati De Laurentiis, Aglioti e Chinni. L'accusa: "Abbiamo suonato la sveglia". La replica: "Noi non ci nascondiamo"

Un momento dell'incontro (foto Facebook Alessandro Montanari)

Da una parte lo striscione "Silenzio a Cinque Stelle" dall'altra la difesa, che parla di "contestazione organizzata" e che ribadisce: "Noi non ci nascondiamo". Sabato 6 maggio c'è stato l'incontro - promosso dall'associazione Fare XIV, presieduta da Alessandro Montanari - per fare il punto sul Parco di Riserva Grande, che ancora è chiuso.

"L'iniziativa è andata bene – ha commentato Montanari – c'era un buon numero di persone. Si sono presentati tre consiglieri del M5S (Paolo De Laurentiis, Domenico Aglioti e Sandro Chinni) a fronte di una lettera che era stata inviata e che non aveva ricevuto risposta. Avevano dei fogli con loro, che non hanno tirato fuori. Comunque – ha aggiunto – siamo riusciti a strappare un nuovo appuntamento. Abbiamo attirato l'attenzione, abbiamo suonato la sveglia".

A dare manforte Stefano Oddo, consigliere di minoranza nel Municipio XIV, che ha insistito: "Dopo averlo fatto ufficialmente con una nota protocollata, ho nuovamente chiesto a De Laurentiis di convocare una commissione Ambiente straordinaria con dentro tutti gli attori protagoisti: ufficio tecnico, ditta e anche l'assessora municipale, che non era presente".

Immediata la replica da parte del Movimento Cinque Stelle. Paolo De Laurentiis, sul proprio profilo Facebook, ha sottolineato: "Di fronte ad una contestazione 'organizzata' ho preferito intervenire di persona per rispetto dei cittadini da troppo tempo illusi e delusi, e per dare loro una corretta informazione. Il promotore dell'iniziativa ha accusato il M5S di immobilismo, ma era in possesso di due soli atti della nostra Amministrazione.  Ho ritenuto opportuno spiegare come si sta muovendo il M5S – ha riferito – leggendo date di documenti che dimostrano invece un'attività praticamente mensile, riassumendo il contenuto di questi documenti, preannunciando per giugno, mese non casuale, una Commissione ad hoc sul tema, chiesta anche dal consigliere Oddo e un incontro pubblico, che la serietà impone di organizzare solo nel momento in cui si potranno dare notizie definitive".

Aglioti, infine, ha detto a RomaToday: "Siamo stati accusati di immobilismo e abbiamo dimostrato il contrario, carte alla mano. Siamo in attesa del completamento delle opere previste nel Parco, sappiamo che ci sono stati dei solleciti per velocizzare il tutto. Il faccia a faccia con i cittadini? Abbastanza cordiale. All'inizio i toni erano alti ma successivamente, con i documenti in nostro possesso, siamo riusciti ad avere un dialogo tutto sommato sereno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento