rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Altre Selva Candida / Largo Ines Bedeschi

Largo Bedeschi, lavori fermi e rabbia dei residenti: "Ci servoni i parcheggi"

Sulla piazza di Selva Candida non verranno realizzati gli stalli inizialmente previsti per dal progetto modificato per una maggiore messa in sicurezza dell'area

Monta la rabbia dei residenti di Selva Candida: il motivo è il futuro Largo Ines Bedeschi. Un'area in cui era prevista la realizzazione di alcuni parcheggi, poi stoppati per la messa in sicurezza della zona. Una situazione che si è inasprita al termine della commissione dei Lavori Pubblici, che in realtà non si è mai svolta. 

Nella piazza, centro importante del quartiere, nella quale sono presenti tre capolinea di autobus e intorno alla quale ruotano attività commerciali, circolo bocciofilo e una chiesa, era previsto in progetto (approvato e finanziato) per la realizzazione di 10 parcheggi (di cui uno per disabili). Di tutto questo però non c’’è traccia. Roberto, residente di zona a RomaToday spiega: “Sono molto triste per questa situazione. La piazza così è rovinata, mi stringe il cuore verderla così. Quei parcheggi servono, per noi sono importanti". 

Il progetto iniziale prevedeva la realizzazione dei parcheggi ma è stato modificato dall'ufficio tecnico per via di un piano di maggiore messa in sicurezza della piazza. Infatti in questo slargo nel recente passato, nel giro di pochi anni, hanno perso la vita delle persone con i residenti che avevano segnalatò la pericolosità della piazza. Il black point dunque di Selva Candida rientra nel piano di una maggiore messa sicurezza, con la piazza che avrà pure una maggiore illuminazione ma conseguentemente un minore numero di parcheggi per gli abitanti e commercianti dell'area. La situazione, come confermata dall'uomo e dal municipio, è stata illustrata ai cittadini in un recente incontro fra la popolazione e l'assessore ai lavori pubblici dell'amministrazione municipale Strazzera.  “In un recente incontro tenuto nella parocchia si era presentato un altro progetto in cui si prevedeva un minor numero di parcheggi" - ci conferma Roberto che poi aggiunge - "Ma che ci facciamo noi con tre parcheggi?. Per me lì per la messa in sicurezza andrebbe messo un semaforo intelligente che non andrebbe ad intaccare la realizzazione dei parcheggi". 

I cittadini hanno organizzato una raccolta firme (oltre 900 i firmatari) per rivedere la progettualità (e tornare al numero di parcheggi inizialmente stabilito). Ad accendere i fari sulla situazione Antonio Stampete, che in data 3 maggio 2024, ha convocato una commissione sui lavori pubblici a cui gli esponenti del municipio XIV non si sono presentati. “L'audizione degli uffici tecnici e della parte politica del municipio XIV avrebbe consentito di avere delucidazioni e riscontri in risposta alle istanze della collettività del territorio” – spiega Stampete – “ma in assenza degli interessati non si è potuto procedere con gli approfondimenti del caso”. Una mancata presenza che ha deluso anche i cittadini. 

“Verranno richieste formalmente al municipio XIV copia della documentazione inerente i lavori di sistemazione di Largo Bedeschi e segnalato al Sindaco Gualtieri e al Direttore Generale la indisponibilità ingiustificata da parte della Direzione Tecnica del municipo XIV. Come Commissione Lavori Pubblici abbiamo il dovere di verificare le possibili modifiche per andare incontro alle richieste dei residenti e sollecitare il buon andamento delle procedure" – conclude il presidente della Commissione Capitolina Lavori Pubblici. 

Da quanto raccolto da RomaToday dagli uffici di Monte Mario c'è la più totale trasparenza e disponibilità nell'illustrare nuovamente i progetti per la messa in sicurezza dell'area e di conseguenza ai cittadini del territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Largo Bedeschi, lavori fermi e rabbia dei residenti: "Ci servoni i parcheggi"

RomaToday è in caricamento