menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nella strada del ponte crollato la pioggia fa paura: “Malati e donna incinta ostaggi del fango”

Il percorso alternativo e il ponticello di servizio "in condizioni critiche": buio, melma e nessuna protezione laterale. I residenti: "Rischiamo di finire nel torrente"

Poco meno di due mesi fa il crollo del ponte sul fiume Arrone e l’apertura di un percorso temporaneo alternativo per consentire alle famiglie della zona di uscire dal borgo, oggi però in via Boccioleto nel quartiere di Santa Maria di Galeria la pioggia fa ancora paura

Ponte crollato a Santa Maria di Galeria

Il tracciato spianato tra i campi agricoli, complici le piogge battenti di questi giorni, “è in condizioni critiche”. Così denunciano i residenti della zona alle prese con fango e buio. 

Dopo il crollo del ponticello sull’Arrone, collassato al passaggio di un mezzo pesante, “è stata aperta una stradina alternativa che conduce su una passerella che non veniva utilizzata da 70 anni: è poco stabile e senza spallette, sembra anch’essa a rischio crollo. Per arrivarci poi – denuncia a RomaToday Maddalena che quella strada la percorre tutti i giorni - siamo costretti a slittare sul fango”.

Ai lati, per un buon tratto del cavalcavia, le "protezioni" sono solo stecche di legno e nastri: "Se qualcuno dovesse perdere il controllo dell'auto a causa del terreno viscido e sconnesso precipiterebbe in poch secondi nel torrente"

Le famiglie di via Boccioleto tra buio e fango

Sulla strada poi rovi e rami caduti: già due domeniche fa anche i residenti si sono dovuti dar da fare per rimuovere i legni crollati nel bel mezzo del percorso. 

“Bisogna fare qualcosa per liberare le famiglie di via Boccioleto, soprattutto perché tra noi c’è un ragazzo che necessita di cure mediche giornaliere e una donna incinta. Quel percorso – dicono da Santa Maria di Galeriadeve essere reso più sicuro”. Già allertati Vigili del Fuoco, Protezione Civile e Municipio XIV solerti nell’intervenire il giorno in cui ponte è venuto giù. 

E mentre il maltempo minaccia ancora la città, li la pioggia rischia di diventare una trappola: “Ci sentiamo in ostaggio, abbandonati”.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento