MonteMario Ottavia / Via Giovanni Martinotti

Sanità, patto S. Filippo Roma - Nassiriya per la formazione dei medici

Presentato oggi un accordo, tra le due strutture ospedaliere, che avvierà un percorso di formazione di medici iracheni nella struttura romana; Polverini: “Questa è un’altra delle cose belle che facciamo”

La Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini

E’ stata presentata oggi, nell’ospedale San Filippo di Roma, la firma dell’accordo per un protocollo d'intesa, tra l'ospedale San Filippo Neri di Roma e l'ospedale di Nassiriya in Iraq, allo scopo di avviare un percorso di formazione di medici iracheni nella struttura romana. L’iniziativa, nell'ambito degli accordi bilaterali tra l'Italia e il Paese mediorientale, è stata presentata dalla Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, assieme al Direttore Generale dell'ospedale, Domenico Alessio, Raffaele D'Ambrosio, il Vicepresidente del Consiglio regionale, il coordinatore della task-force in Iraq Massimo Bellelli e Shamel al-Khateeb, responsabile Affari Generali dell'Ambasciata irachena.

Il protocollo, che avrà una durata di tre anni, prevede la formazione di 5 medici iracheni per 4 mesi nelle strutture italiane; con particolare riguardo alle specializzazioni di ostetricia, laboratorio analisi, radiologia, anestesia, chirurgia generale e neurochirurgia. Medici italiani, inoltre, andranno in Iraq per uno scambio di esperienze, ed è prevista anche una forma di tutoraggio a distanza, tramite il software freeware di messaggistica istantanea e VoIP Skype.

"Questa collaborazione - ha commentato Polverini - darà tantissimo all'Iraq, ma anche a noi, in termini di esperienza e professionalità: è un bel segnale che diamo alla sanità pubblica. Questa è un’altra delle cose belle che facciamo - ha aggiunto ricordando l'esperienza del San Camillo con i feriti dalla Libia - stiamo costruendo una squadra sempre più attiva. I primi 7 mesi sono stati i più duri - ha poi aggiunto riferendosi al Piano di rientro della sanità - Ma io sono orgogliosa di aver penalizzato quelle strutture che non offrivano un servizio di qualità e di aver invece premiato quelle che danno una sanità d'eccellenza”.

Oggi Italia e Iraq sono più vicini, anche per la sanità - ha affermato infine il Direttore Generale Alessio - Il fatto che sia stato coinvolto proprio il San Filippo rappresenta il riconoscimento internazionale della professionalità di chi lavora qui". (fonte ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, patto S. Filippo Roma - Nassiriya per la formazione dei medici

RomaToday è in caricamento