GuidoniaToday

Guidonia: firmata ordinanza anti botti di Capodanno, i cittadini potranno filmare chi spara

Il documento firmato dal Sindaco Barbet vieta l'accensione ed illancio di fuochi d'artificio, loscoppio di petardi, e l'esplosione dibombette e mortaretti

Immagine di repertorio

Vietato sparare botti di Capodanno non conformi al marchio CE a Guidonia Montecelio. Lo stabilisce l'ordinanza numero 30 del 6 dicembre 2019 con la quale il Sindaco Michel Barbet vieta l'uso nel territorio della Città dell'Aria "l'accensione ed il lancio di fuochi d'artificio, lo scoppio di petardi, l'esplosione di bombette e mortaretti, ovvero il lancio di razzi" in quanto "causa di disagio ed oggetto di lamentele da parte di molti cittadini, soprattutto per l'uso incontrollato da parte di persone che spesso non seguono le prescrizioni minime di utilizzo". 

Il divieto, in vigore sino al prossimo 7 gennaio 2020 è valido nelle aree pubbliche, strade, parchi e anche per quelle private (finestre e balconi). Ch viola il divieto potrà incappara in una multa da 25 sino a 500 euro e, nel caso di titolari di licenza amministrativa, la sospesione della licenza per 10 giorni. 

Un atto amministrativo nel quale si raccomanda "di acquistare ì fuochi artificiali "esclusivamente" presso gli esercizi commerciali autorizzati a tale tipologia di vendita aventi marcatura"CE"; "di non raccogliere botti, petardi, o qualsiasi artificio inesploso, né tanto meno di provare a riaccenderli". Infine "agli esercenti la patria potestà di vigilare affinché i minori non facciano uso o detengano materiali esplodenti, al fine di scongiurare i gravi pericoli derivanti da utilizzo improprio o maldestro"

L'Ordinanza consente inoltre alle forze dell'ordine ed anche ai privati cittadini "che potranno, ove necessario per la compiutezza degli accertamenti e per assicurare la possibilità di assoggettare alle sanzioni il maggior numero di trasgressori, effettuare riprese fotografiche, cinematografiche, filmate, anche mediante apparecchiature a raggi infrarossi o comunque atte all'utilizzo notturno e comunque utilizzare eventuali riprese da chiunque effettuate che consentano l'accertamento della trasgressione. Analoga facoltà viene concessa, nei luoghi pubblici o comunque aperti al pubblico, ad ogni cittadino che intendesse documentare nell'interesse proprio o della collettività la violazione della presente ordinanza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus, a Roma 1362 nuovi casi. Nel Lazio 59 morti nelle ultime 24 ore: mai così tanti da inizio pandemia

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento