Guidonia

Parcheggi: Strisce blu a Guidonia, una novità non digerita da tutti

Da qualche giorno sono in vigore gli stalli a pagamento nel centro di Guidonia e in alcuni quartieri periferici. La decisione dell'amministrazione comunale non è piaciuta agli esponenti dell'Api e da alcuni cittadini

Gli stalli a pagamento nel centro di Guidonia e nei quartieri i Villanova, Villalba, Setteville, Colleverde sono attivi da due giorni ma molta gente deve ancora abituarsi all'obbligo di munirsi di tagliando per parcheggiare e tanti non hanno gradito la novità. Alcuni aderenti al Comitato di quartiere Marco Simone- Setteville Nord hanno sollevato perplessità in merito, così come, negli scorsi giorni, aveva fatto il consigliere comunale Udc, Michele Pagano.

Sul sito gestito dai cittadini che vivono nell'VIII circoscrizione, infatti, si legge la contrarietà di dover pagare per parcheggiare: "lo stesso prezzo di Roma e in un territorio dove senza macchina non vai da nessuna parte". La stessa perplessità è condivisa dagli esponenti cittadini dell'Api che, ad un giorno dall'entrata in vigore della tariffazione obbligatoria, contestano la decisione dell'amministrazione Rubeis.

"Partita l'operazione strisce blu nel Comune. Se al centro di Guidonia può avere qualche senso - si legge sulla pagina Facebook Api Guidonia - discutibile, certamente le strisce non hanno alcun senso in altre realtà territoriali. Finiranno per indispettire i cittadini, non risolvere i problemi di parcheggio e distrarre la polizia municipale da compiti più urgenti ed importanti. Se era una trovata per far cassa la Giunta Rubeis ha nuovamente sbagliato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi: Strisce blu a Guidonia, una novità non digerita da tutti

RomaToday è in caricamento