Guidonia Piazza Giacomo Matteotti

Guidonia, via le deleghe agli assessori: "Crisi di chiarezza"

Il sindaco Rubeis revoca le 'competenze' avocandole a sé ma lascia operativo l'organismo collegiale di governo

Via le deleghe agli assessori, il sindaco di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis revoca le “competenze” a ciascun collaboratore avocandole a sé ma sceglie di lasciare operativo a tutti l’effetti l’organismo collegiale di governo. Una strada ritenuta più congeniale dal primo cittadino rispetto all’azzeramento - pure richiesto da parte della sua maggioranza - per non interrompere di fatto l’azione amministrativa. "La mia giunta è composta da uomini e donne che hanno dimostrato lealtà e serietà nello svolgimento dell’azione demandata all’esecutivo, questo passo è quindi più dettato dalla necessità di trovare una quadra all’interno della maggioranza di cui sono espressione, sperando che essa si  tramuti in un ritrovato, concreto slancio nell’indirizzo politico amministrativo".

CRISI DI CHIAREZZA - Primo cittadino di Guidonia Montecelio che non parla di crisi di giunta ma bensì di crisi di chiarezza: "Da uomo pratico – aggiunge Rubeis - non mi nascondo dietro a un dito, guidare una città come Guidonia Montecelio può essere facile nelle parole dei demagoghi, meno nei fatti. Questo non tutti nel Pdl sembrano averlo capito, compreso fino in fondo quale sia il tenore della responsabilità di risolvere concretamente, quotidianamente, i problemi dei cittadini. Non è la crisi della mia giunta o del mio ruolo che credo di aver svolto senza sbavature, è piuttosto la crisi di chiarezza in e tra taluni settori della mia maggioranza ad aver caratterizzato questa fase politico amministrativa, crisi che apprendo sistematicamente esistere dai megafoni mediatici piuttosto che nelle sedi deputate. Ora aspetto le indicazioni dei miei consiglieri, solo dopo questa consultazione mi riserverò di assumere qualsiasi decisione, non escludendo anche le miei dimissioni".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia, via le deleghe agli assessori: "Crisi di chiarezza"

RomaToday è in caricamento