Sabato, 31 Luglio 2021
Guidonia

Piano regionale dei rifiuti, secondo il Pd "Guidonia trema"

Dopo l'approvazione in Giunta Regionale del nuovo Piano Rifiuti, il circolo di Guidonia del Pd esprime la sua preoccupazione per le sorti della città dell'aria che potrebbe dover accogliere l'immondizia dei comuni limitrofi

Non smette di far discutere il nuovo Piano Rifiuti, in particolare per quel che riguarda la creazione di un unico ambito regionale di conferimento, suddiviso in Ato Provinciali. Questo, secondo il circolo di Guidonia del Pd, consentirà il trasporto dei rifiuti da un comune all'altro e condannerà la città dell'aria ad accogliere l'immondizia di Roma.

"La Regione Lazio ha presentato venerdì scorso il nuovo Piano regionale per i rifiuti - si legge in una nota del Pd - Mentre era già noto il rincaro del 20%, fissato dal decreto legislativo n. 152, per i comuni (e quindi per i cittadini) che non raggiungeranno nel 2011 il 60% di raccolta differenziata, la vera novità introdotta nel Piano è l’istituzione di un unico ambito regionale, suddiviso in cinque ATO provinciali. Vale a dire che i rifiuti potranno, d’ora in poi, essere conferiti fuori dai comuni di produzione, in aree prossimali della provincia. Decisione, questa, che rende realizzabile il conferimento dei rifiuti di Roma anche a Guidonia. Mentre Malagrotta è al collasso e la messa a regime degli impianti di trattamento è prevista non prima di 3-5 anni, non si specifica nel Piano con quali risorse i comuni potranno raggiungere l’obiettivo stabilito del 65% di differenziata entro cinque anni".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano regionale dei rifiuti, secondo il Pd "Guidonia trema"

RomaToday è in caricamento