Guidonia

Un nuovo museo archeologico: Il sottosegretario Giro in visita al Car

Ieri il sottosegretario ai Beni Culturali, Francesco Giro, ha fatto visita alla zona archeologica che ricade nell'area di proprietà del Car. E' allo studio un progetto che prevede la realizzazione di un nuovo museo

car_1E' allo studio un progetto che prevede la nascita di un museo archeologico nel Car di Guidonia. Lo ha reso noto, ieri mattina, il sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali, Francesco Maria Giro nel corso di un incontro con i dirigenti del Centro Agroalimentare Roma.

Dopo una visita all'antica cascina merlata tra la via Tiburtina e l'Aniene, seguita da un sopralluogo nell'area dove nel  ‘97 emersero resti di una fattoria di epoca romana – nell'area di proprietà del Centro Agroalimentare  di Roma –  l'Onorevole Giro ha dichiarato un forte interesse istituzionale per una permanente esposizione dei reperti archeologici scoperti nel sottosuolo della megastruttura.

Il sottosegretario ha espresso un primo consenso di massima alla creazione e all'allestimento nel  Car di un museo archeologico dedicato alla cultura agroalimentare del cosiddetto Agro Tiburtino.  I vertici del Car hanno illustrato a Giro un elenco fitto di località archeologiche, monumenti, antichi edifici, opere d'arte, oggetti d'uso, manufatti e tecnologie, unite "da un filo rosso - è stato detto durante il sopralluogo - tessuto dalla stessa cultura e dalla stessa mentalità".

Tre le opzioni prospettate dal sottosegretario ai Ben culturali. La prima é la riemersione e la valorizzazione dei resti della "Domus Galloniana": la villa rustica (azienda agricola) riemersa negli anni '90 nei lavori di costruzione del Car e nella quale si ritrovò una statua di "Ercole Bambino" con una suggestiva dedica votiva in marmo al semidio. 

La seconda è la creazione di un Museo animato dalle tecnologie della realtà virtuale in un'antica fattoria fortificata dove esporre statue e antichi reperti trovati a Guidonia  e dove ricostruire scene e situazioni peculiari delle antiche attività agroalimentari tiburtine. La terza e più ambiziosa opzione prevede, infine, un percorso espositivo guidato che ricongiunga località, monumenti, ruderi, ville e  opere d'arte vistabili in un "network" utilizzabile anche a distanza dal Car.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo museo archeologico: Il sottosegretario Giro in visita al Car

RomaToday è in caricamento