Guidonia Piazza Giacomo Matteotti

Guidonia per la liberazione dei marò e di Rossella Urru

Esposti due manifesti a Palazzo Matteotti per esprimere solidarietà ai due militari trattenuti nelle carceri indiane e alla cooperante rapita in Algeria lo scorso ottobre

Sassano e Zilli con il manifesto per i marò

Il Comune di Guidonia Montecelio esprime solidarietà ai due militari trattenuti nelle carceri indiane e a Rossella Urru, la cooperante italiana rapita in Algeria. Sono state esposte nella tarda mattinata di ieri le due immagini con le scritte “liberate i nostri marò” e “Rossella Urru libera” dalle finestre di Palazzo Matteotti. I due manifesti sono ben visibili dalla piazza del Comune della Città dell'Aria.

MANIFESTI IN COMUNE - Presenti al momento dell’esposizione il presidente del consiglio comunale Stefano Sassano e l’assessore al Personale e alle Politiche Giovanili Domenico Zulli. "E’ un’iniziativa di sensibilizzazione – dichiara l’assessore Zulli -, con le due immagini esposte cerchiamo di trasmettere molteplici messaggi come il nostro sostegno al Governo per le iniziative rivolte al rimpatrio dei due militari trattenuti nelle strutture detentive indiane e un appello per la liberazione di Rossella Urru".

ARRESTO MARO' -  Sono Massimiliano Latorre, di Taranto, e Salvatore Girone, di Bari, i due marinai rimasti coinvolti lo scorso 15 febbraio nella morte di due pescatori scambiati per pirati al largo delle coste indiane e arrestati dalle autorità locali. Il caso di Rossella Urru, la cooperante di Samugheo finita insieme a due suoi colleghi spagnoli nelle mani di predoni del deserto, è ancora senza soluzione. Sono passati ormai 171 giorni da quella terribile notte tra il 22 e il 23 ottobre. Un sequestro inghiottito nell’immensità del Sahel per le prime settimane, poi la sequenza dolorosa delle notizie che hanno sospinto all’angoscia i familiari della ragazza. Una mobilitazione costante e crescente sta coinvolgendo molte comunità, tutte intenzionate ad invocare a gran voce la liberazione dei rapiti, prigionieri in quelle zone dell’Africa nordoccidentale.Manifesto Rossella Urru Guidonia-2

LIBERAZIONE - A spiegare sino a quando i due manifesti rimarranno visibili a Palazzo Matteotti il presidente del consiglio comunale Stefano Sassano: "Le immagini resteranno esposte fino alla liberazione dei nostri marò e della cooperante Rossella Urru. Anche alcuni consiglieri comunali si erano pronunciati sul tema e questo gesto è la dimostrazione dell’attenzione dell’amministrazione nei confronti delle problematiche evidenziate". "Esprimo la vicinanza del sindaco di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis e di tutto il comune ai marò Latorre e Girone, alla cooperante Urru e alle loro famiglie – la conclusione del vice sindaco Ernelio Cipriani -. Con questa azione il comune risponde anche alle richieste di numerosi cittadini con i quali ho avuto piacere di parlare e che speravano in una presa di posizione da parte della Città di Guidonia Montecelio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia per la liberazione dei marò e di Rossella Urru

RomaToday è in caricamento