Martedì, 22 Giugno 2021
Guidonia Viale Roma

Guidonia: "inammissibile" il referendum contro il senso unico

Un articolo dello Statuto Comunale rimanda al mittente la raccolta firme attuatta da Idv, Api e Udc per rispristinare il doppio senso di circolazione in parte di viale Roma ed in via Garibaldi a Villanova

Guidonia: viale Roma

I due referendum istituzionali in atto a Guidonia per il ripristino della viabilità a doppio senso su viale Roma nel centro cittadino e in via Garibaldi a Villanova non produrranno effetti. Essi sono infatti inammissibili e non potranno essere indetti dal sindaco di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis. Lo stabilisce lo statuto comunale che così recita: “Il quesito deve essere formulato in modo chiaro e univoco e supportato da 3mila firme”. E soprattutto deve essere relativo al “compimento di atti di competenza del consiglio comunale”.

ARTICOLO 42 - Tali materie sono dettagliatamente fissate dall’articolo 42 del decreto legislativo 267/2000 e non ammettono deroghe. Tra le materie troviamo, tra le altre, statuti dell’ente e delle aziende speciali, programmi, relazioni previsionali e programmatiche, piani finanziari, acquisti e alienazioni immobiliari, spese che impegnino i bilanci per gli esercizi successivi, definizione degli indirizzi per la nomina e la designazioni dei rappresentanti del comune presso enti.

RACCOLTA FIRME - Tra questi non c’è, però, la viabilità, quindi i referendum proposti dall’Italia dei Valori, dall’Api e dall’Udc non potranno che avere valore di consultazione informale tra i cittadini. "Ho apprezzato comunque l’intraprendenza del giovane consigliere dell’Idv Emanuele Di Silviodichiara il sindaco Rubeis - che per primo, facendo propria una battaglia di natura esclusivamente politica, ha avviato la raccolta delle firme per il ripristino della vecchia viabilità su viale Roma. Credo che egli sapesse da principio che tale iniziativa sarebbe stata infruttuosa. La viabilità non è materia del consiglio comunale, dunque non rientra tra quelle soggette a referendum".

SENSO UNICO - Sindaco di Guidonia Montecelio che non esclude delle modifiche all'attuale viabilità adottata su parte di viale Roma, rimanendo fermo sull'idea dell'anello viario adottato con via Bordin: "Tutto questo non significa, come ho detto in consiglio comunale ieri sera, che il senso unico non possa essere migliorato con una inversione del senso di marcia e un ripristino del doppio senso nel tratto fino a via dei Consoli in direzione via Tiburtina. Voglio però ancora ribadire con forza che l’anello viario istituito su via Roma e via Bordin non si tocca. Auspico che le forze politiche presenti in consiglio comunale capiscano che le scelte operate da questa amministrazione nel centro della città sono le stesse adottate dalle amministrazioni, indipendentemente dal colore politico, di tutte le grandi città del Lazio e del’Italia. Una realtà importante come Guidonia non può non valorizzare il proprio centro con scelte di viabilità a garanzia del decoro e con aree di sosta a pagamento riservate agli avventori delle attività commerciali. Sono valutazioni, quest’ultime, fatte da centinaia di amministrazioni di tutto il Paese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia: "inammissibile" il referendum contro il senso unico

RomaToday è in caricamento