Martedì, 3 Agosto 2021
Guidonia

Evade 3 volte in pochi giorni: arrestato pregiudicato di Guidonia

Maxi operazione dei carabinieri di Frascati nei confronti dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari. Tra gli 800 controllati un guidoniano evaso 3 volte in pochi giorni

Lo hanno trovato tre volte in pochi giorni nei pressi della sua campagna nella zona di Tivoli Terme a bordo della propria automobile. Uscite effettuate nonostante la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di dimora a Guidonia Montecelio e la sospensione della patente. Per questo i carabinieri della Compagnia di Tivoli Terme hanno arrestato per 3 volte in pochi giorni un pregiudicato con obbligo di non allontanarsi dal proprio comune di residenza. Un fermo arrivato nell’ambito di una serie di controlli che ha portato i carabinieri del Gruppo di Frascati ad eseguire negli ultimi tre giorni 800 controlli straordinari nei confronti di soggetti sottoposti agli arresti domiciliari o alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di dimora. L’operazione, nel corso della quale sono state impiegate numerosissime pattuglie, ha avuto come teatro i Castelli Romani e tutto il territorio di competenza del Comando, dal litorale tra Anzio e Pomezia fino ai Monti Tiburtini e Prenestini.


GLI EVASI: Complessivamente sono stati condotti in carcere nove evasi, mentre un pluripregiudicato con obbligo di dimora in Guidonia è stato arrestato per ben tre volte in pochi giorni in quanto ripetutamente sorpreso fuori dal comune di residenza. In particolare i militari della Compagnia di Pomezia hanno arrestato e condotto in giudizio direttissimo tre donne di etnia rom sottoposte alla detenzione domiciliare presso il campo nomadi di Castel Romano per una lunga serie di reati contro il patrimonio. Le nomadi sono state sorprese al termine di un appostamento mentre rientravano al campo dopo un’assenza protrattasi per un intero pomeriggio. Gli stessi militari hanno inoltre colto in flagranza del reato di evasione un appartenente al clan Casamonica per il quale è stato richiesto il ripristino della custodia cautelare in carcere in sostituzione dell’attuale detenzione domiciliare. Nel medesimo contesto operativo i Carabinieri della Stazione Divino Amore hanno ricondotto presso il carcere di Rebibbia un detenuto il quale, beneficiando di un permesso premio da fruire all’interno della Casa del Pellegrino annessa al Santuario, è risultato assente al momento del controllo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade 3 volte in pochi giorni: arrestato pregiudicato di Guidonia

RomaToday è in caricamento