Mercoledì, 28 Luglio 2021
Guidonia Centro Storico / guidonia

Guidonia, schiavizzavano romena: arrestati fratello e sorella

I malviventi picchiavano a sangue la connazionale per obbligarla a chiedere l'elemosina. L'uomo la violentava. La vittima era arrivata in Italia per lavorare come bracciante

Due fratelli romeni, un uomo e una donna di 27 e 31 anni, sono stati arrestati per riduzione in schiavitù e lesioni. Picchiavano a sangue una connazionate, arrivata in Italia con loro pensando di andare a lavorare come bracciante agricola, per obbligarla a chiedere l'elemosina. L'uomo, inoltre, l'avrebbe violentata tutte le sere e dovrà dunque rispondere anche di violenza sessuale aggravata e continuata.

A scoprire la triste vicenda e a salvare la ragazza sono stati i carabinieri di Guidonia. I militari hanno notato due mendicanti e si sono avvicinati per identificarle. Quando le forze dell'ordine si sono avvicinate, la ragazza vittima delle violenze ha fatto capire loro di avere bisogno d'aiuto. I carabinieri l'hanno portata in caserma, dove la donna ha raccontato la sua storia.

La giovane è stata trasferita prima in ospedale e poi in un luogo sicuro. Ha un occhio tumefatto, le ossa nasali fratturate e lividi su tutto il corpo. I malviventi, V.T. e F.T., sono stati trasferiti in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia, schiavizzavano romena: arrestati fratello e sorella

RomaToday è in caricamento