Guidonia

Guidonia: Sequestrate sei tonnellate di materiale pirotecnico illegale

La Guardia di Finanza di Tivoli, dopo un'intensa attività di indagine, ha scoperto un deposito di materiale pirotecnico destinato al commercio illegale di fuochi. Il deposito si trova a Guidonia ed è gestito da cinesi

Sei tonnellate di materiale pirotecnico, pronto ad essere immesso in commercio, sono state sequestrate nel corso di una maxi operazione dalla Guardia di Finanza di Tivoli a conclusione di un'intensa attività d'indagine.

Sulla base degli elementi acquisiti nel corso delle indagini, i militari hanno eseguito un blitz presso un deposito, ubicato a Guidonia Montecelio, gestito da soggetti di nazionalità cinese. La perquisizione ha consentito ai finanzieri di rinvenire, occultati tra gli scaffali del capannone, tra articoli da regalo e casalinghi, più di un milione e mezzo di artifici pirotecnici per un peso complessivo di circa sei tonnellate, contenenti quasi una tonnellata di polvere da sparo. Un vero e proprio arsenale di materiale pirotecnico depositato senza alcuna delle prescritte autorizzazioni di polizia e senza il rispetto delle più elementari norme di sicurezza. Infatti il magazzino non era dotato di alcun sistema antincendio e, pertanto, inidoneo a garantire un'adeguata custodia del pericoloso materiale.

Il titolare dell'attività, Q.L. di 51 anni, di nazionalità cinese, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Tivoli per violazioni al Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza  e per omessa denuncia di materie esplodenti. L'attività delle Fiamme Gialle si inserisce nel più ampio contesto delle direttive impartite dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma per contrastare i fenomeni del contrabbando, della contraffazione e della illecita commercializzazione di materiale pirotecnico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia: Sequestrate sei tonnellate di materiale pirotecnico illegale

RomaToday è in caricamento