Venerdì, 18 Giugno 2021
Guidonia

Cave: finta cooperativa sociale prometteva impieghi sicuri, 2 denunce

I Carabinieri della stazione di Cave, dopo varie segnalazioni di truffe, hanno denunciato due persone che promettevano assunzioni attraverso una fantomatica cooperativa sociale

Promettevano un lavoro sicuro come autista, addetto alle pulizie o persino un impiego nella tv nazionale e per questo chiedevano l'iscrizione alla loro cooperativa sociale facendosi consegnare somme di denaro. M.F., 54 anni e S.B., 53enne, entrambi di Cave, sono stati denunciati dai Carabinieri e dovranno rispondere del reato di truffa. I due erano riusciti a convincere decine di persone disoccupate della zona e dei comuni limitrofi, sfruttando le difficoltà economiche e occupazionali di questi tempi di crisi.

Le proposte, apparse in un primo momento allettanti, si sono rivelate fumose ed inconcludenti: contattato più volte il responsabile della cooperativa, qualcuno ha capito che c’era qualcosa che non tornava, non fosse altro perché l’uomo ogni volta accampava immotivati e diversi pretesti circa il ritardo nelle assunzioni. Da qui sono scattate le denunce ai Carabinieri di Cave che in poco tempo hanno ricostruito la vicenda, innanzitutto accertando che la fantomatica cooperativa era inesistente. Sulla scorta delle denunce ricevute, i militari hanno proceduto poi ad un controllo presso l’abitazione di uno dei due truffatori, sequestrando circa una ventina di fotocopie di carte di identità fornite ai due impostori da uomini e donne che avevano consegnato le somme di denaro sperando in un sicuro impiego a breve.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cave: finta cooperativa sociale prometteva impieghi sicuri, 2 denunce

RomaToday è in caricamento