Guidonia

Federlazio- Ambiente, presentato il dossier sui rifiuti della regione

Ieri la Federlazio- Ambiente ha presentato un dossier sui rifiuti nel Lazio. Tante le criticità rilevate nel sistema attuale, tra cui tariffe, ritardi nei pagamenti e mancanza di investimenti. Tra le realtà citate c'è anche Guidonia

Ritardi nei pagamenti, adeguamento delle tariffe a quelle delle altre regioni d'Italia e più  investimenti. Sono queste le richieste di
Federlazio-Ambiente, messe sul tavolo delle istituzioni e delle banche per evitare che l'intero sistema dei rifiuti di Roma e del Lazio collassi. 

Ieri, il presidente di Federlazio-Ambiente, Bruno Landi, il direttore generale Federlazio, Giovanni Quintieri e l'assessore provinciale all'ambiente Michele Civita hanno presentato un dettagliato dossier nel quale è citata anche la situazione di Guidonia.

Tra le cifre di Federlazio-Ambiente ci sono quelle legate al ritardo dei pagamenti che interessa diversi comuni del Lazio e la Regione stessa ed il debito complessivo accumulato dalle imprese private del settore si aggira tra i 200 e i 250 milioni. Poi ci sono le tariffe: dallo studio emerge che la media nazionale è al di sopra dei 90euro/tonnellata mentre nel Lazio si va da un minimo di 46 per Malagrotta ad un massimo di 73 per Guidonia.

Per avere un mercato competitivo però non sono sufficienti i pagamenti dei crediti ma risultano essere determinanti, per Federlazio, gli investimenti: servono 600 milioni di euro da suddividere in impianti tecnologicamente avanzati. Si va dai 200 milioni per il completamento del gassificatore e della centrale elettrica di Malagrotta, tra i 200-250 milioni per quelli di Albano Laziale, 35 per il Tmb di Colleferro e 30 per l'ammodernamento degli impianti esistenti. A tal proposito, Federlazio ha sottolineato l'importanza degli istituti bancari e delle amministrazioni e ha chiesto, infine, un incontro urgente con il presidente della Regione, Renata Polverini.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federlazio- Ambiente, presentato il dossier sui rifiuti della regione

RomaToday è in caricamento