Guidonia

Leonetti (Idv): “Pendolari sul piede di guerra”

Il vicepresidente del consiglio provinciale di Roma lancia l’allarme per i tagli al trasporto pubblico previsti dalla manovra finanziaria: “Tagli insostenibili”

“L’ultima manovra finanziaria varata dal Governo – dichiara il Vice Presidente del Consiglio Provinciale di Roma, Sabatino Leonetti – riduce i trasferimenti regionali destinati al Trasporto Pubblico Locale (TPL) per circa 1,6 miliardi di euro. I numeri sono drammaticamente allarmanti – afferma Leonetti – basta pensare che i fondi per il TPL, destinati a tutte le Regioni italiane a statuto ordinario e agli oltre 8.000 comuni, ammonterà a soli 400 milioni di euro circa, pari cioè ad 1/5 di quanto stanziato negli anni precedenti. Questa drastica riduzione pregiudicherà, di fatto, la sopravvivenza stessa dei diversi servizi che, per mantenere le attuali prestazioni, vedranno lievitare i prezzi al pubblico del 196 %. Basta pensare, a titolo esemplificativo, che un abbonamento ferroviario mensile, che attualmente nella regione Lazio ha un costo di 51 euro, lieviterà a 150,96 euro. Inoltre – prosegue Leonetti – le corse ridotte e più care, oltre a colpire ulteriormente i ceti sociali svantaggiati, spingeranno ad un maggior utilizzo di mezzi privati, con il conseguente aumento di inquinamento oltre che il congestionamento caotico dei sistemi di viabilità regionali e provinciali, soprattutto per quanto riguarda il sistema viario di Roma e provincia, già fortemente problematico”.
 
I TAGLI: “I tagli in questione, previsti a partire dal 2012continua il Vice Presidente Leonetti – porterebbero alla cancellazione, nel Lazio, di 1.380 corse Cotral su base annua, alla soppressione di 192 convogli ferroviari giornalieri sui binari regionali, oltre che 3.600 dipendenti totali, impiegati nei diversi settori del Trasporto Pubblico Locale, a rischio esubero. Inoltre – prosegue Leonetti – con dette riduzioni la Regione Lazio rischia di non poter onorare il contratto per il servizio ferroviario stipulato con Trenitalia Spa, giungendo al collasso del sistema ferroviario regionale. La situazione sembra ancor più complessa se si pensa che la Regione Lazio ha già raggiunto, in quasi tutti i settori di imposta, il massimale previsto per il prelievo fiscale e tributario, causando l’impossibilità di rinvenire ulteriori forme erariali di sovvenzionamento a copertura dei tagli varati. A tutto questo si aggiungono i quotidiani problemi dei pendolari legati alla qualità del servizio di Trasporto Pubblico: i mezzi della flotta Cotral che hanno una media di 12 anni emzzo, treni sovraffollati e orari ferroviari spesso non rispettati, metrò sporche e senza adeguati sistemi di areazione, mancanza di controlli, stazioni poco sicure talvolta anche in orari diurni, ecc.

 
MOZIONI A PALAZZO VALENTINI:A questo proposito – prosegue il Vice Presidente – sono state presentate alla Camera dei Deputati due Mozioni, presto in discussione, una a firma dell’On. Borghesi (Idv) e l’altra a firma dell’On. Meta (Pd) che propongono soluzioni alternative, entrambe valide, per la copertura economica dei tagli effettuati al capitolo di spesa sul trasporto pubblico locale. Dal canto suo la Provincia di Roma, vessata anch’essa dalla diminuzione dei trasferimenti statali, ha già fronteggiato l’emergenza del trasporto pubblico acquistando mezzi e mantenendo invariati i fondi per le agevolazioni “Metrebus”. Mi auguro – conclude il Vice Presidente Leonetti – che la Mozione sulla grave situazione del Trasporto Pubblico Locale, che mi vede primo firmatario e che presto sarà in discussione in sede di Consiglio Provinciale, serva da sprone per il Parlamento e il Governo, al fine di predisporre urgenti misure necessarie a superare questa gravissima situazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leonetti (Idv): “Pendolari sul piede di guerra”

RomaToday è in caricamento