rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Guidonia Guidonia Montecelio / Via Elsa Morante

Guidonia: convegno sui disturbi dell'alimentazione al Liceo Majorana

L'incontro si è tenuto lo scorso 19 ottobre nell'istituto superiore della Città dell'Aria con una formazione informata con medici specialistici

Circa 300 studenti, una decina di professori e cinque medici si sono incontrati lo scorso lunedì 19 ottobre nell'Auditorium del liceo Majorana di Guidonia per parlare di disturbi alimentari. Onori di casa istituzionali fatti da Annamaria Vallati, delegata Pari Opportunità della città di Guidonia Montecelio, che poi ha lasciato la parola al responsabile del centro per i disturbi dell'alimentazione di Villa Pia Antonio Sarnicola. 

GLI INTERVENTI - Importanti gli interventi di diverse professionalità presenti in cattedra: una dietista, Ilenia Stalteri, un endocrinologo, Paolo Martini, una psicoterapeuta familiare, Giorgia Smargiassi e la psicoterapeuta Lorella Limoncini. Come hanno prontamente spiegato il dottor Sarnicola e la sua équipe, le varie qualifiche in campo sono fondamentali per il percorso formativo e preventivo di una persona affetta da disturbo alimentare. 

GLI STUDENTI - La ricettività dei ragazzi presenti, tra i 15 e i 17 anni di età,  è stata di un livello decisamente interessante, con molti interventi che hanno permesso all'interazione con il personale medico di creare la giusta empatia. La proiezione di filmati e slides hanno poi completato la presentazione della patologia, affrontata in maniera consapevole ma poco invasiva da chi, ogni giorno, ha a che fare con pazienti affetti da anoressia, bulimia e grandi obesità. Alimentazione corretta, studio del metabolismo e abitudini sociali errate sono stati al centro del discorso. 

GLI ARGOMENTI - Argomenti che hanno mosso anche gli intendimenti dell'ufficio Pari Opportunità di Guidonia Montecelio, rappresentato dalla dottoressa Vallati: "Credo che una buona amministrazione debba contribuire a formare ed informare anche al fine di prevenire patologie che hanno un costo sociale come quelle dei disturbi alimentari - esordisce la delegata - Oggi questo delicato problema è stato affrontato in maniera professionale da persone che ogni giorno aiutano pazienti affetti da questo problema, le cui stime dicono che il 90% che ne soffre sono donne".

RINGRAZIAMENTI - "Il mio ringraziamento - conclude Annamaria Vallati - va al preside, ai medici della struttura di Villa Pia e, non ultimo, per la loro presenza ai membri del comitato Pari Opportunità Paola Ciaramaglia e Michela Pauselli. Il convegno ha sortito un successo insperato, soprattutto in considerazione del grande entusiasmo dei ragazzi. Al punto tale che siamo stati costretti riproporre, con piacere, una seconda data per soddisfare le richieste di tantissimi studenti rimasti fuori dall'auditorium per motivi di spazio. Al di là di chiacchiere strumentali, mi fanno piacere i sorrisi dei ragazzi al termine dell'appuntamento e le strette di mano convinte di chi ha creduto in questo progetto".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia: convegno sui disturbi dell'alimentazione al Liceo Majorana

RomaToday è in caricamento