Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Collefiorito Centro Storico / Via Rosata

Collefiorito: Troppo sporca, scuola a rischio chiusura

Torna a far discutere la scuola elementare del V circolo, plesso di via Rosata, per via della scarsità d'igiene. Dopo il sopralluogo Asl il sindaco minaccia l'ordinanza di chiusura se non sarà ripulita

L'anno scolastico per i piccoli alunni della scuola elementare di via Rosata è iniziato nel modo più burrascoso possibile. Il problema della scarsa igiene e degli addetti alle pulizie insufficienti, si è ripresentato, anche quest'anno, più forte che mai. A tal punto da costringere le mamme, il primo giorno di lezioni, ad armarsi di scope e stracci e il sindaco di Guidonia, Eligio Rubeis, a minacciarne la chiusura.

Il problema, come ci viene spiegato dall'ufficio del primo cittadino del comune, va avanti ormai da sette anni. Questa scuola, infatti, è vittima di lungaggini burocratiche e carenze di organico, problemi che hanno avuto come conseguenza la presenza di aule sporche a dismisura, centimetri di polvere e ragnatele ovunque e rischi per la salute dei piccoli studenti.

La gestione delle pulizie è affidata dal ministero della Pubblica Istruzione per metà ad una ditta privata, che negli scorsi mesi ha anche perso due dipendeti per cui si trova sotto organico e non riesce ad esplicare per intero le sue mansioni.

Negli scorsi giorni l'ASL ha fatto un sopralluogo nel plesso del V circolo di Collefiorito. Nella relazione finita anche sul tavolo del primo cittadino Rubeis c'è scritto che la scuola presenta "carenti condizioni igienico - sanitarie". L'Asl ha, dunque, intimato alla direzione scolastica il ripristino di un accettabile grado di pulizia dell'edificio.

Le mamme sono sul piede di guerra e minacciano azioni eclatanti. Vicine a loro anche il sindaco di Guidonia che, questa mattina, le ha incontrate nella palestra della scuola per garantire il suo interessamento alla vicenda. Il primo cittadino non ha, però, incontrato la dirigente scolastica, Marisa Nirani, che si è allontanata dalla struttura prima che lui finisse l'incontro con i genitori.

Eligio Rubeis non ha smentito la possibilità di mettere i sigilli alla scuola. Lunedì, infatti, se la direzione non avrà provveduto alla pulizia, il plesso verrà chiuso e i bambini resteranno a casa. Il sindaco ha garantito che farà tutto seguendo scrupolosamente le regole, senza azzardare passi che possano nuocere ai bambini di Collefiorito - ovvero l'interruzione di un servizio così importante come l'istruzione - se non costretto dagli eventi.

Rubeis promette, inoltre, azioni simboliche ed esemplari. Se la situazione non dovesse migliorare, insieme ai genitori - fanno sapere dal suo ufficio stampa - si armerà lui stesso di scopa e stracci e si recherà davanti al Ministero per protestare.

Aldilà della decisione che verrà presa lunedì, una parte della scuola dovrà essere comunque chiusa perchè nel sopralluogo Asl sono state riscontrati dei locali inagibili anche da un punto di vista strutturale, con bagni non funzionanti, incrostazioni e crepe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Collefiorito: Troppo sporca, scuola a rischio chiusura

RomaToday è in caricamento