rotate-mobile
Guidonia Guidonia Montecelio / Via delle Cave

Ipotesi discarica cave, Bertucci: "Territorio ha già dato"

Il capogruppo Pdl al Comune di Guidonia Montecelio si oppone all'eventualità di trasferire l'immondizia del post Malagrotta nel territorio della provincia nord est romana: "Pura fantascienza"

Pura fantascienza. Così Marco Bertucci, consigliere provinciale e capogruppo Pdl al Comune di Guidonia Montecelio definisce i tremors che aprono la possibilità di trasferire parte dei rifiuti di Roma in alcune cave dismesse tra le zone di Tivoli Terme e Villanova.  "L'ipotesi di una discarica provvisoria per il post Malagrotta nel territorio di Guidonia Montecelio o Tivoli è pura fantascienza, assolutamente fuori da ogni logica. Non è un'ipotesi che può essere presa in considerazione ed è bene dire da subito no a chiunque potrebbe sentirsi anche solo incuriosito da tale scenario. Non serve nemmeno sforzarsi di fare verifiche e sopralluoghi sul posto perché quella è un'area che in termini di rifiuti ha già dato tanto".


UN TERRITORIO CHE HA GIA' DATO - Territorio della Città dell'Aria nel quale già ricade la seconda discarica del Lazio: "Basti ricordare la presenza della discarica dell'Inviolata che da sola ha già esaurito ogni tipo di disponibilità del territorio a sacrificarsi in nome dei rifiuti - ha concluso Bertucci -. Soprattutto oggi che si sta procedendo verso importanti operazioni di bonifica che riguardano la problematica area dell'Inviolata. Le perplessità già espresse da Sottile a chi gli chiedeva un possibile utilizzo delle cave di Tivoli e Guidonia diventano delle certezze di fronte alla reale aspirazione di un'area che con le discariche ha già pagato, e continua a farlo, un carissimo prezzo in termini di ambiente, salute e tutela del territorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ipotesi discarica cave, Bertucci: "Territorio ha già dato"

RomaToday è in caricamento