Guidonia Ottavia / Via di Casal del Marmo

Guidonia calcio: un’amara Eccellenza

Il Guidonia calcio pareggia in casa dell'Astrea dando addio al campionato di Serie D. Una retrocessione che nonostante la stagione difficile lascia tanti rammarichi

astreavsguidoniaASTREA (4-4-2): Santarpia; Gaeta, Attardo, Ripa, De Santis; Di Benedetto (6’ st Aglitti), Muzzachi, Pompili, Fantini; Simonetta (15’ st Giuntoli), Di Iorio. A disp.: Roversi, Braccani, Pentassuglia, Pintucci, Moretti. All.: Ripa. GUIDONIA (4-4-2): Ciccioli, Bangrazi, Sfanò (41’ st Cristiano), Cascini (7’ st Capone), Marongiu; Carletti, Fiorentini (31’ st Tamalio) Lolli, Mereu; Cini, De Lucia. A disp.: Leacche, Falcinelli, Passa, Romaggioli. All.: Alvardi. ARBITRO: Di Stefano di Brindisi. MARCATORI: 6’ pt Di Benedetto (A); 39’ pt Simonetta (A); 40’ pt Mereu (G); 45’ pt Cini (G); 32’ st De Lucia (G); 50’ st Giuntoli (A).

ORGOGLIO GIALLOROSSO:  Il Guidonia calcio non riesce nell’impresa retrocedendo nel campionato di Eccellenza al termine dei due match spareggio contro l’Astrea. Doppia sfida che vedeva i ministeriali col vantaggio della migliore posizione in classifica (che in caso di parità al termine dei supplementari della partita di ritorno l’avrebbe salvato), reso ancora più agevole dopo la vittoria per 1 a 3 di domenica scorsa al Comunale. Doppio svantaggio che chiedeva ai ragazzi di mister Luigi Alvardi un’impresa difficilissima allo stadio di Casal del Marmo, nel quale avrebbero dovuto vincere con oltre due gol di scarto. Una rimonta resa ancora più ardua dal doppio vantaggio iniziale dell’Astrea nel match di ieri, ma che ha poi visto il Guidonia reagire con orgoglio portandosi addirittura in vantaggio per 2 a 3, sino al sigillo finale di Giuntoli che chiudeva i giochi in pieno recupero. Restano i rimpianti per una stagione deludente che vede il Guidonia retrocedere nella categoria inferiore dopo aver assaporato al termine della scorsa stagione l’area degli spareggi promozione in Seconda Divisione.

UN 3 A 3 DA BRIVIDO: Chiamato all’impresa il Guidonia va sotto al primo affondo (6’) con un’azione in velocità di Fantini e Simonetta conclusa da Di Benedetto alle spalle dell’incolpevole Ciccioli. Poi ancora Astrea con il portiere giallorosso che si oppone due volte (24’ e 34’) su Gaeta. Poi la reazione del Guidonia con Cini che di sinistro coglie il palo esterno. Sul finire di primo tempo la gara si infiamma prima con Simonetta che sigla il raddoppio dell’Astrea (39’) e poi con la reazione veemente del Guidonia che accorcia un minuto dopo con una magia di Mereu da fuori area e pareggia sul finire della prima frazione con Cini (45’) che con un giro insidioso sorprende Santarpia. Nella ripresa il Guidonia parte con il piede giusto ma perde tre uomini nel giro di 25 minuti. Comincia Carletti al 13’ per comportamento non regolamentare, seguito da Mereu per lo stesso peccato e capitan Lolli al 24’ per doppia ammonizione. Rimasto in otto il Guidonia tira fuori l’orgoglio portandosi in vantaggio al 32’ con De Lucia, prima di cedere le armi a Giuntoli, che al 50’ di testa chiude match e stagione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidonia calcio: un’amara Eccellenza

RomaToday è in caricamento