Lunedì, 2 Agosto 2021
Guidonia

Angelo Pasquarelli: arte e gasolina

La storia di Angelo Pasquarelli. Benzinaio di professione e artista per passione. Da tempo disegna quadri di persone famose e poi li consegna personalmente

angelo-pasquarelliComunicare le proprie emozioni attraverso la pittura. Vedersi aprire dei portoni incredibili attraverso quel veicolo universale che è l’arte. Questo lo spirito che muove Angelo Pasquarelli, 41enne di Montecelio, a realizzare quadri. Fotografo, musicista, regista e benzinaio. Angelo Pasquarelli è nato e cresciuto nel piccolo borgo alle porte di Roma e da qualche anno vive nella vicina Campolimpido, frazione residenziale alle pendici di Tivoli. Una passione, quella per la pittura, che gli ha trasmesso sua madre sin dalla prima infanzia e che lo ha portato all’età di 10 anni a vincere un concorso su Quinta Rete (l’attuale Canale 5) per aver disegnato un Gundam su china (robot giapponese degli anni ’70).

LA RISCOPERTA DELLA PITTURA: Dedicatosi ad altre forme di cultura quali la musica, la fotografia e la cinematografia Angelo ha riscoperto la sua vena pittorica dopo aver visitato Berlino nell’ottobre del 2009: “Ho cominciato a disegnare acrilici su tela – racconta – dopo aver visitato numerose mostre d’arte moderna a Berlino nell’ottobre 2009. Da prima ho cominciato a dipingere dei soggetti generici e poi mi è venuta l’idea di fare dei ritratti di persone famose e regalarglieli. I primi ai quali ho pensato sono stati il Dalai Lama e a Nelson Mandela, due personaggi che ammiro e li ho contattati sul web”.

LE PRIME SODDISFAZIONI: Con stupore del 41enne di Montecelio rispondono attraverso i loro delegati sia il Dalai Lama che Nelson Mandela dicendosi onorati di ricevere tale dono. “Inizialmente pensavo fosse uno scherzo di qualche amico ma sbagliavo. Ho incontrato il rappresentante del Dalai Lama in Italia in un incontro particolare, emozionante. Lo ha benedetto e mi donato un bracciale benedetto da sua Santità. Il 16 giugno ho
avuto inoltre il piacere di partecipare al FifaFanFest di piazza di Siena, a Roma, nella giornata in ricordo della strage di Sowado, che portò al massacro di circa 150 bambini nell’omonima città sudafricana. E di consegnare personalmente il quadro di Mandela alla rappresentante italiana dell’ambsaciata sudafricana a Roma. Che proprio in questi giorni mi ha fatto recapitato una targa di ringraziamento a nome dello stesso Madiba”.

LE ALTRE OPERE: Dopo le prime due consegne l’estro di Pasquarelli trova altri spunti che lo portano a ritrarre personaggi quali Madonna, Ferruccio Amendola, Michael Jackson, Raimondo Vianello, Marilyn Monroe per citarne alcuni. Ma anche a realizzare e consegnare personalmente le sue opere ad altri Vip come avvenuto con Renzo Arbore, Elton John, Joe Satriani e Riccardo Fogli.

L’AMICIZIA CON HEINZ BECK: Appassionato anche di foto Angelo Pasquarelli realizza due book di foto food per Heinz Beck, stringendo con lui un’amicizia che è andata oltre il rapporto di lavoro: “Venire a vedere le opere di Angelo è un obbligo che avevo nei confronti di un amico – spiegava Beck in visita ad una sua esposizione nella Capitale - essere stato ritratto in uno dei suoi quadri è per me un onore”.

IL CONCETTO DI ARTE: “Penso che le emozioni vadano comunicate – conclude Angelo Pasquarelli - e la pittura è un veicolo incredibile che mi ha
aperto delle porte impensabili. Non mi aspettavo questo successo. Vedere tale entusiasmo per i miei quadri mi rende orgoglioso di quello che faccio. Perché danno forza alla mia idea secondo la quale arte, musica e cultura sono un’incredibile e straordinario collante tra uomini e società anche molto differenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Angelo Pasquarelli: arte e gasolina

RomaToday è in caricamento