Guidonia Piazza Giacomo Matteotti

Novanta emendamenti al Bilancio 2012 del Comune di Guidonia Montecelio

Le opposizioni consiliari a Palazzo Matteotti 'correggono' la spesa annunciando battaglia. L'inizio della discussione previsto per la metà di luglio

Guidonia: Palazzo Matteotti

Sono novanta gli emendamenti al Bilancio 2012 presentati dalle opposizioni consiliari al Comune di Guidonia Montecelio. Le “correzioni” alla programmazione della spesa pubblica varata dalla giunta Rubeis lo scorso 1 giugno sono state depositate ieri, termine ultimo previsto dalla normativa vigente, esse saranno discusse in aula nell’ambito di un’assemblea di prossima convocazione (intorno al 15 luglio, grazie a una proroga di legge) che dovrà portare all’approvazione del Bilancio.

PARTITO DEMOCRATICO - Il Partito Democratico, la principale forza politica d’opposizione, ha concentrato i propri interventi principalmente sull’abolizione degli aumenti per aliquote d’imposta e addizionali decisi dall’amministrazione. I Democratici chiedono il “potenziamento dell’ufficio Tributi per la riscossione di Imu e tasse comunali” bocciando, senza se né ma, la scelta di esternalizzazione del servizio (omnicomprensivo delle imposte ordinarie) decisa dal governo cittadino a favore di una società privata. I Pd “taglia” inoltre spesa corrente, consulenze, acquisti di beni e servizi ritenuti esosi quanto inutili, investendo le medesime risorse in interventi a sostegno delle famiglie in difficoltà, delle imprese in crisi con l’istituzione di un fondo specifico, degli operai Cogei che hanno perso l’occupazione e attendono, come più volte promesso, un loro reimpiego all’interno della forza lavoro comunale. La consigliera del Pd Rita Salomone è inoltre firmataria di un emendamento per lo svolgimento del progetto “la banca del tempo” legato al processo di sensibilizzazione verso i temi femminili portato avanti dalla consulta per le pari opportunità di cui è vicepresidente.

ALLEANZA PER L'ITALIA - L’Api punta invece molto sul sociale, il partito di Rutelli, che a Guidonia conta su tre consiglieri, “taglia” su gestione, consulenze, spesa corrente, pagamento parcelle avvocati esterni, manutenzioni e acquisto di beni e servizi per reinvestire nell’assistenza alle famiglie in difficoltà o numerose, in quella ai minori disagiati; nella creazione e incentivazione di fondi a sostegno dei malati di Sla (sindrome laterale amniotrofica) e per una loro assistenza domiciliare, nell’appoggio a nuclei con figli portatori di handicap. Nell’elenco degli emendamenti presentati da Api, tra gli altri, c’è spazio per una polizza assicurativa a favore di anziani vittime di furti e scippi, per lo smaltimento della palme colpite dal punteruolo rosso, per l’adeguamento delle barriere architettoniche, per la manutenzione straordinaria della rete viaria di Villanova-La Botte. Anche il gruppo dell’Api chiede di rivedere al ribasso aliquote e addizionale. Nel caso dell’Imu seconda casa propone una deroga per gli alloggi occupati da figli o congiunti fino al secondo grado di parentela.

LA DESTRA - Alessandro Messa, capugruppo de La Destra, “corregge” gli investimenti della amministrazione Rubeis privilegiando interventi nel quartiere di Villalba, nel dettaglio egli chiede uno studio di fattibilità per la realizzazione di un campo sportivo, l’acquisto di materiali e attrezzature per lo svolgimento dell’attività pugilistica nella palestra di piazza Martiri delle Foibe, l’istituzione dell’Ufficio del Giudice di Pace.

ITALIA DEI VALORI - Più eterogenee le modifiche apportate da Emanuele Di Silvio, capogruppo dell’Italia dei Valori, al documento di programmazione della spesa; il giovane consigliere “depenna” spesa corrente, gestione, consulenze e acquisti di materiali, i più disparati, proponendo di reinvestire le risorse così recuperate in maggiori mezzi per la Protezione Civile, per i Vigili Urbani, nell’acquisto di auto e biciclette elettriche a disposizione degli uffici comunali. Di Silvio punta inoltre al sostegno di attività culturali, chiedendo ad esempio “l’acquisto di materiali teatrali, quali vestiti ed altro, da destinare ai cittadini che usufruiscono del teatro di Montecelio”, la incentivazione di servizi per il turismo, la istituzione di corsi di lingue straniere per gli studenti delle scuole materne, elementari e medie. Auspica infine che giunta e sindaco si mostrino interessati, prevedendo stanziamenti adeguati, all’acquisto di ripetitori Wi-Fi e Wi-Max, apparecchi che consentano a quelle zone che ne fossero ancora sprovviste di accedere alla più moderna rete internet attraverso la istallazione della Adsl. L’inizio della discussione su Bilancio e emendamenti è previsto per la metà di luglio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novanta emendamenti al Bilancio 2012 del Comune di Guidonia Montecelio

RomaToday è in caricamento