Garbatella Garbatella / Piazza Giovanni da Triora

Garbatella: “Ho intervistato il silenzio” arriva al Teatro Ambra

Il controverso romanzo di Giampiero Beltotto, scritto durante gli anni di piombo, offre uno spaccato sul travaglio di una generazione e diventa un imperdibile spettacolo in prima nazionale alla Garbatella

Fine anni 70.Un clima irrespirabile fatto di pallottole, sangue e radicamento ideologico. In quel contesto da anni di piombo, tre donne compiono una scelta controcorrente. La fuga nel privato. La clausura. All’ombra di un crocefisso le tre protagoniste del discusso romanzo di Giampiero Beltotto, cercano le risposte che altrove non trovano.


Il libro, molto contestato all’epoca della sua uscita, è divenuto uno spettacolo teatrale. Le tre donne su cui Beltotto, giornalista e noto autore televisivo, impernia la narrazione, sono protagoniste dalla prima all’ultima scena. E tramite i loro gesti, le loro conversazioni, la loro presenza scenica, si avverte il pathos di una recitazione che porta in teatro il travaglio interiore di una generazione che non trova risposte, all’esterno del proprio percorso. “Ma io perché esisto, vivo, lavoro e soffro? Qual è il significato esauriente di tutto questo?” si chiedono le tre donne.

La risposta va cercata nel riadattamento, realizzato dal regista Alfredo Traversa, per uno spettacolo che avrà la sua prima nazionale al Teatro Ambra di Garbatella, da mercoledì 11 a giovedì 12.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Garbatella: “Ho intervistato il silenzio” arriva al Teatro Ambra

RomaToday è in caricamento