Garbatella Montagnola / Via dei Lincei

Tor Marancia: l’intercultura passa per la musica. E si trasforma in “Suoni di Pace”

Festa conclusiva del progetto interculturale, che ha fatto incontrare centinaia di residenti immigrati, tra bambini ed adulti. Per veicolare, attraverso le differenti tradizioni canore e musicali, i valori dell'accoglienza e dell'integrazione

Si svolgerà nel parco della Torre, a partire dalle ore 17 di martedì 22, la festa con cui si celebrerà la conclusione di un felice esperimento, voluto dall’Associazione Amici dei Popoli e patrocinata dall’Assessorato alla Cultura del Municipio XI.

Intercultura e territorio. L’iniziativa prende corpo da un progetto di inclusione, rivolto ai bambini che frequentano gli asili, le scuole d’infanzia e le primarie del territorio. Ma anche ai loro genitori, chiamati, col tramite della musica, a scambiarsi informazioni sulle relative tradizioni culturali. “Stiamo cercando, attraverso progetti specifici, di  creare i presupposti per una maggiore sensibilizzazione dei giovani ai temi dell’immigrazione – spiega l’Assessora alla Cultura Carla Di Veroli -  il nostro municipio è stato tra i primi a creare laboratori interculturali, spesso cercando anche finanziamenti esterni, presso altri Enti -  ricorda l'Assessora che aggiunge – abbiamo già realizzato altri progetti specifici,sul tema dell’immigrazione e dell’intercultura, all’interno delle scuole. Per facilitare il lavoro degli insegnanti, dotandoli degli strumenti necessari per far fronte alle istanze che provengono dagli alunni immigrati. Che, come i loro genitori, hanno dovuto abbandonare la propria cultura, e le relative tradizioni, per arrivare in Italia. E poi ci siamo concentrati anche nell’offerta rivolta agli alunni”. E da questa sensibilità del Municipio XI che, dati alla mano, su una popolazione scolastica di 1400 bambini, ne registra, per le scuole di competenza del Comune, e cioè asili, materne ed elementari, circa un centinaio, ovvero il 7% del totale, nasce "Suoni di Pace".

Suoni di Pace. “L’iniziativa di domani è molto bella, perché serve a festeggiare questo primo anno, ma vorrei replicare anche nel prossimo, in cui è stato attivato il progetto “Suoni di Pace” – tiene a precisare l’Assessora Di Veroli – un laboratorio che è stato tenuto, due volte la settimana, verso una sessantina di bambini ed i loro genitori” presso la sede distaccata del Municipio di Via dei Lincei, dove è presente un polo interculturale con sale attrezzate ed una specifica biblioteca che è divenuto il punto di ritrovo delle famiglie immigrate, presenti nel territorio. E che, per due giorni la settimana, il martedì ed il giovedì pomeriggio, ha accolto decine di bambini che hanno appreso ed insegnato a cantare  e suonare attingendo dalle relative tradizioni.

Concerto interetnico. "La festa di domani si concluderà con la musica dei Mish Mash – sottolinea la Di Veroli – un quartetto musicale che, nella sua composizione, prevedendo la presenza di un musulmano, un cristiano, un ebreo ed un buddista, ben rappresentano lo spirito di questa iniziativa che, ripeto, vorrei ripetere per il prossimo anno".
L’appuntamento è dunque fissato per martedì pomeriggio al Parco della Torre. E se dovesse piovere, si legge anche nel sito del Municipio XI, l’iniziativa si sposterà in via dei Lincei 23.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tor Marancia: l’intercultura passa per la musica. E si trasforma in “Suoni di Pace”

RomaToday è in caricamento