Mercoledì, 16 Giugno 2021
Garbatella Garbatella / Via del Porto Fluviale

Ostiense: il sottopasso riqualificato grazie alla Street Art

Innovativa operazione finalizzata al decoro. Catarci: “In un momento di grandi tagli, siamo riusciti a coniugare l’espressività artistica con le necessità di riqualificazione”

L’espressione fare le nozze con i fichi secchi, anche se istintivamente rimanda ad un’immagine di evidente contingenza, cela in realtà un valore essenziale.

IL CONTESTO ECONOMICO - Le ristrettezze economiche, potremmo prosaicamente tradurre la metafora biblica, non devono esser ragion sufficiente per evitare la realizzazione di progetti, in questo caso la celebrazione d’ un matrimonio. In senso lato, trasponendo l’espressione dalla simbologia liturgica a quella laica, si può concludere che questa condizione è ben nota ad un territorio, quello del Municipio XI, fortemente penalizzato dalla divisione dei fondi stornati dal bilancio capitolino. E ciò nonostante, ricco di significative esperienze socio-culturali.

INIZIATIVE A COSTO ZERO - Le ristrettezze economiche, evidentemente, si è trovato il modo di riuscire ad arginarle, realizzando iniziative a costo zero, o quasi. Le manifestazioni che attraversano il territorio, dalla celebrazione del 93° anniversario della Garbatella, i cui festeggiamenti sono iniziati ieri, alla Festa della Cultura, fino al recente Carnevale Antirazzista, sembrano testimoniare questa tendenza. Ovvero, sembrano dimostrare che, quando c’è un obiettivo condiviso, i mezzi per raggiungerlo possono essere anche trovati attraverso uno sforzo creativo.

LA RIQUALIFICAZIONE - Di queste ore è la notizia che, per venire incontro alle esigenze di decoro del sottopasso di via Ostiense, sia stata messa in campo una soluzione davvero originale, che rischia, a suo modo, di fare scuola. “Sono iniziate le lavorazioni per la realizzazione di una serie di murales di street art al sottopasso di via Ostiense, nelle vicinanze dell’incrocio con via del Porto Fluviale e via Matteucci – spiega in una nota il minisindaco Andrea Catarci - Artisti di fama internazionale renderanno omaggio della loro arte a Roma e al Municipio Roma XI, riqualificando ed abbellendo un’area spesso oggetto di segnalazioni per lo stato di degrado.”

DECORO ED ESPRESSIVITA’ - “L’opera, realizzata dall’Associazione Culturale 999Contemporary, sarà totalmente a costo zero per il Municipio Roma XI che ha sostenuto l’iniziativa – rimarca il Presidente Catarci -  Le operazioni di pittura andranno avanti fino al prossimo lunedì 18 febbraio. In un momento in cui la cultura e la manutenzione urbana sono oggetto di pesanti tagli - prosegue Catarci - con la Giunta Alemanno che ha rispettivamente azzerato e ridotto all’osso i fondi a disposizione dei Municipi, si è riusciti a coniugare la possibilità di espressione di artisti che non trovano spazi a Roma, con la necessità di rendere più bello il sottopasso, spesso dimenticato e lasciato all’abbandono dal Campidoglio.”

LA STREET ART - La metodologia, sconosciuta nella Capitale, è invece in voga in altre importanti metropoli. “La Steet Art è arte contemporanea pubblica – spiega Catarci - che si esprime in questa modalità ed è uno strumento che va utilizzato anche a Roma, dove sembra sconosciuto.” Di cosa si tratti, è la stessa associaizone 999Conteporary a spiegarlo “ E’ un'iniziativa che porterà la migliore arte contemporanea urbana italiana,  a diretto contatto con le persone e, nel contempo, riqualificherà un'area grigia e depressa. Una magia che solo la street art riesce a fare. Roma – conclude la nota  999Conteporary  -  inizia così a mettersi al passo delle grandi capitali europee.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ostiense: il sottopasso riqualificato grazie alla Street Art

RomaToday è in caricamento