rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Garbatella Ardeatino / Via Primo Carnera

Montagnola: nasce lo sportello “Disagio Abitativo”. Sarà gestito dai cittadini

Aperto due volte la settimana nei locali del Municipio XI, lo sportello è stato affidato al Comitato d’Inquilini ENPAIA di via Primo Carnera

Il disagio abitativo è un tema che, nel territorio del Municipio XI, può essere declinato in vario modo.

UN FENOMENO CAPILLARE - La manifestazione che il 16 febbraio si è  svolta nelle strade di San Paolo, ha in un certo senso ben rappresentato le differenti anime che caratterizzano questo fenomeno in allarmante crescita. Dagli immigrati che vivono spesso in condizioni di fortuna, alle tante esperienze di occupazione nel territorio, dallo studentato Alexis agli appartamenti di Casale De Merode, il tema della casa risulta esser molto avvertito.

L’IMPEGNO DEL MUNICIPIO - “Il Municipio XI è impegnato nella difesa e nell’assistenza dei cittadini più disagiati, non solo dei senza casa, degli sfrattati e degli immigrati mal alloggiati – si legge nella premessa del protocollo d’intesa recentemente firmato – ma anche nella salvaguardai delle diverse centinaia di assegnatari delle case popolari appartenenti alle grandi proprietà assicurative, agli enti previdenziali, alle Poste, residenti sul poprio territorio, contro le privatizzazioni ed i saccheggi del patrimonio residenziale pubblico”.

IL PROTOCOLLO D’INTESA - Rilevato quanto appena esposto, e considerando inoltre che “Nel territorio del Municipio XI esiste un patrimonio immobiliare appartenente ad enti previdenziali pubblici,  alcuni ora privatizzati ma la cui funzione sociale doveva essere ed è quella di dare una soluzione abitativa, attraverso la destinazione dei loro fondi per l’acquisto di beni immobili ad uso residenziale” lo stesso Municipio, per il tramite del suo Presidente Andrea Catarci (SEL) e del suo Assessore alle politiche sociali Andrea Beccari (SEL) hanno convenuto la nascita di uno sportello per il disagio abitativo.

LO SPORTELLO - La responsabilità di gestire questo strumento di consulenza e sostegno gratuito,  aperto al pubblico nella sede di via Benedetto Croce 50 il secondo mercoledì del mese dalle 9.30 alle 12.00 – come si legge nel protocollo d’intesa – ed il quarto venerdì del mese nel pomeriggio dalle 15.30 alle 19.00, è stata data al Comitato Spontaneo Inquilini Primo Carnera “ impegnato innanzi tutto contro l’ondata di sfratti che si sta abbattendo sugli inquilini delle abitazioni dell’ENPAIA”.

IL VALORE DELL’INIZIATIVA - Giovanna Arcangeli, che di quel Comitato formato da un centinaio di famiglie è la Presidente, si è dichiarata  soddisfatta, per molteplici ragioni. Da una parte, grazie alla “gestione di questo sportello, avremo la possibilità di referenziarci quali rappresentativi della ‘questione romana’ nell’ambito delle istituzioni, in un ruolo nuovo e ancora tutto da scoprire”. D’altra parte “Questo nostro, pur microscopico,  nuovo ruolo – ha aggiunto Arcangeli - avrà senz'altro il suo peso nelle vicende che ci hanno finora colpiti individualmente e che ci vedranno coinvolti da questo momento nell'ambito, ben più ampio ed articolato, del disagio abitativo presente sul nostro territorio”. Un obiettivo coronato, nell’ambito di una battaglia più ampia contro il disagio abitativo, che ora potrà contare sulla preparazione degli inquilini ENPAIA che compongono il  Comitato Primo Carnera.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagnola: nasce lo sportello “Disagio Abitativo”. Sarà gestito dai cittadini

RomaToday è in caricamento