Garbatella Laurentina / Via Ardeatina

Strade pericolose nel Municipio XI: lunga la via verso la sicurezza

Dalle rotatorie di via Ardeatina, agli attraversamenti pedonali in via Pincherle, in zona Valco San Paolo, sono numerosi gli interventi da realizzare lungo strade e consolari che attraversano il territorio del Municipio Roma XI

Ci sono delle strade nel tessuto urbano della Capitale, talvolta anche a ridosso di aree verdi, su cui, i cittadini romani, sanno di rimanere costantemente incolonnati. In talune circostanze, alla noia derivante dal rimanere in auto per ore, si associa paradossalmente la pericolosità che, soprattutto in orario notturno, trasforma le medesime strade in piccoli circuiti automobilistici. Spesso, purtroppo, con esiti mortali.

Vigna Murata. Vigna Murata è una di queste strade. “Grande viabilità, grande scorrimento, collegamento con zone di uffici e zone residenziali, in particolare lungo l’asse che, da Tor Carbone, porta  fino a Cinecittà dalla. Una strada dove si sono verificati molti incidenti. Nello scorso anno, nel giro di 24 ore, se ne registrarono addirittura due – ricorda il Presidente del Municipio XI Andrea Catarci – che coinvolsero altrettanti motociclisti. Probabilmente per l’alta velocità, visto che non furono speronati da altri veicoli, i loro conducenti persero la vita. Fu allora che decidemmo, di intervenire, insieme al presidente del Mun XII, poiché Vigna Murata è una via di confine – ricorda Catarci -  e chiedemmo una serie di interventi, che poi furono realizzati, per limitare la velocità. Guardrail luminosi, dissuasori di velocità, una diversa segnaletica, in attesa di due rotatorie che ci sono state promesse e che dovrebbero mettere più in sicurezza gli incroci.

Via Ardeatina. Un’altra consolare di cui, anche in epoca recente, si è discusso molto, tanto per la congestione del traffico, quanto per la pericolosità degli attraversamenti, è via Ardeatina.
“Si tratta di una strada che nelle ore del giorno è bloccata,  ferma, con alcuni punti critici evidenti, si pensi all’incorcio con Vigna Murata e Tor Carbone, o ancora con Torricola e Tor Pagnota, ma anche con Grotta Perfetta, all’altezza dell’Istituto Agrario  - fa notare  Catarci. “Ed a proposito dell’Ardeatina, ricordo che addirittura 4 anni fa,  appena insediata la Giunta Alemanno, l’assessore ai LL.PP. Ghera fece un’iniziativa che attaccammo duramente. In quell’occasione,in una sede del PDL del Municipio XII, l’Assessore presentò le rotatorie che sarebbero state realizzate su via Ardeatina. Ora, sebbene ci siano quartieri all’interno della consolare che sono anche del Municipio XII, tutta la via, fino al Raccordo Anulare, è di competenza territoriale del Municipio Roma XI – rimarca il minisindaco - ed in più la questione rotatorie, in passato, era stata affrontata proprio su sollecito del Municipio Roma XI. Beh, a quattro anni di distanza, ancora non ve n’è traccia. Perché a fare propaganda si fa presto, mentre per quanto riguarda poi i fatti, è tutta un’altra storia. Ed ancora oggi queste rotatorie non ci sono”.

Rotatorie. Sull’importanza di realizzare quest’opera, che i residenti di entrambe i municipi attendono con ansia, se ne può dare una spiegazione piuttosto semplice. “E’ evidente che hanno un duplice motivo per essere tanto attese  - riprende il Presidente del Municipio XI . Innanzi tutto per rendere via Ardeatina  un po’ meno immobile, con l’eliminazione di alcuni semafori, come quello a Tor Carbone ed a Vigna Murata, che bloccano il traffico. In secondo luogo per mettere in sicurezza tutti i relativi incroci”. In definitiva, queste opere servono tanto per rendere la consolare più scorrevole, quando per farla divenire maggiormente sicura.

Grotta Perfetta. "Il paradosso – sottolinea Catarci – è che nel frattempo il Municipio XI ha realizzato una rotatoria in via di Grotta Perfetta, una delle strade che si interseca con l’Ardeatina, all’altezza di via dell’Annunziatella, che non era proprio prevista. L’abbiamo progettata e realizzata nel giro di tre anni. Una rotatoria fondamentale perché l’Ardeatina è una consolare importante in quanto collega Roma con il Mare, ma ancora oggi non si vede nulla”.

Altre strade a rischio. Ci sono altre strade, per terminare il quadro, degne di particolare attenzione nel Municipio XI. Ad esempio in via Pincherle, nel contesto del quartiere Valco San Paolo, abbiamo chiesto di apportare delle limitazioni alla velocità e qualche attraversamento pedonale rialzato, in una strada dove si registrano parecchi incidenti. Un’altra criticità, sul piano della sicurezza, va registrata tra via Ardeatina e l’Appia Antica, una zona che i residenti hanno appellato il circuito di san callisto. Ma dovremmo parlare anche di tante altre parti, di più recente edificazione, come Roma 70 o come all’Ottavo Colle per i quali chiediamo di intervenire tanto all’ufficio tecnico  quanto ai vigili per stabili percorrenze ad alta velocità di auto e motociclisti. Ovviamente per un intervento radicale, serve un investimento, un finanziamento dedicato che Roma non ha mai messo in campo. Ed a me sembra, dopo quattro anni – conclude nell’intervista rilasciataci in esclusiva, il Presidente del Municipio Roma XI – che si stiano facendo scelte diverse, improntante piuttosto sulla propaganda”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade pericolose nel Municipio XI: lunga la via verso la sicurezza

RomaToday è in caricamento