rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
San Paolo San Paolo / Via Tiberio Imperatore

San Paolo: il trasferimento dei conigli rimane problematico

Terminata la bonifica del parco di via Tiberio Imperatore, ancora 150 animali potrebbero trovarsi, secondo l’OIPA, nel condominio retrostante. E lì potrebbero restare. Federfida: “Che soluzione è questa?”

La colonia di conigli presenti a San Paolo sarà trasferita. In gran parte però, gli animaletti di viale Tiberio Imperatore potrebbero dover compiere soltanto pochi metri. Questo rischia d’essere il risultato del lavoro cui molti volontari si stanno dedicando. Dunque nessuna “eliminazione” , come era stato proposto in Consiglio municipale dalla Capogruppo della Lista Marino. Per far spazio al parcheggio ed all’area ludica che sorgerà al posto del parco dei conigli, i roditori saranno trasferiti. Già, ma quanti di loro?

DUE COLONIE IN POCHI METRI - Il Presidente Catarci si è affrettato a far sapere, rispondendo il 22 agosto ad una diffida dell’Associazione Animalisti Italiani Onlus, che “ad oggi sono stati trasferiti  63 esemplari, a cui si aggiungeranno gli altri ancora presenti nell’area”. Quale area? Le cifre in gioco potrebbero cambiare di molto poiché  i roditori, particolarmente prolifici, sembra abbiano raggiunto anche il condominio che confina con l’area verde. E quella zona è privata, dunque fuori dal controllo delle guardie zoolofile dell’OIPA. La questione è assai spinosa.

UN PROBLEMA DA RISOLVERE - “L’OIPA ha fatto sapere che ci sono 150 conigli che hanno raggiunto un condominio, nei confronti dei quali non possono far nulla. Che significa?” si chiede Loredana Pronio, Presidente della FederFIDA Onlus. “Cosa significa che faranno in modo che non raggiungeranno più  il futuro parcheggio? Basterà realizzare un cancello  per risolvere la questione? A mio avviso il problema non è affatto risolto – puntualizza Loredana Pronio – e bisognerà trovare altre soluzioni”.

PARCO INACCESSIBILE - Abbiamo provato a valutare la consistenza della colonia rimasta nel parco di via Tiberio Imperatore e di quella che ha raggiunto il condominio. Impresa vana. L’area, ora “sottoposta a bonifica” come specificato da un cartello di Roma Capitale, è anche stata resa  impenetrabile. Una catena infatti impedisce l’accesso alle persone che non siano i volontari dell’OIPA. Sul cancello poi abbiamo notato  che sono stati appesi gli articoli ed i comunicati stampa usciti nelle ultime settimane. A dimostrazione di quanto l’argomento sia sentito nel territorio.

UNA SOLUZIONE POSSIBILE - Tuttavia, potrebbe continuare ad essere particolarmente sentito ancora a lungo, se non si affronta la questione degli altri 150 conigli che, secondo l’OIPA, avrebbero invaso il limitrofe condominio. “La soluzione, a mio avviso, è soltanto una: coinvolgere più associazioni possibile – conclude il proprio ragionamento la Presidente di FederFIDA Onlus – ognuna dovrà poi trovare la giusta destinazione per i conigli, anche quelli del condominio, che gli sono stati affidati. Non è un compito improbo: la  sensibilità degli italiani verso i conigli, ormai percepiti come animali da compagnia è in forte aumento” .  E la vicenda legata alla colonia di via Tiberio Imperatore, ce lo ha dimostrato.

Il Parco dei Conigli di San Paolo

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo: il trasferimento dei conigli rimane problematico

RomaToday è in caricamento