GarbatellaToday

Davanti un nido, un'area giochi off limits: è sommersa dai rifiuti

La riapertura delle scuole non ha coinciso con la pulizia delle aree gioco. A San Paolo, difronte un nido comunale, c'è un giardino che soffoca tra i rifiuti.

L'area giochi in via della Villa di Lucina: sommersa dai rifiuti.

E’ un monumento al degrado. L’area giochi presente in via di Villa di Lucina, all’angolo con viale Giustiniano Imperatore, è letteralmente sommersa dai rifiuti.

Una montagna di rifiuti

Lattine, contenitori di plastica e di cartone, pacchetti di sigarette. Si trova di tutto all’interno dello spazio destinato ai bambini. Il parchetto si trova di fronte ad un asilo nido municipale, su una delle strade più popolose del quadrante. Le famiglie che andranno a prendere i propri figli a scuola, dovranno accuratamente evitare di portarli in quello spazio verde. 

Un'area giochi davanti ad un asilo nido

La presenza di bottiglie infrante e di ogni sorta di rifiuto, non rendono sicura l’area giochi di via della Villa di Lucina. La montagna di cartacce e lattine che è stato accatastato davanti ad un cestino, dimostra in maniera inequivocabile lo stato di abbandono a cui il Servizio Giardini ha consegnato quello spazio. Ed a questo punto neppure la ripresa dell'attività scolastica ha rappresentato l'occasione per riportare un po' di decoro in quell'area giochi.

Uno storico abbandono

Il degrado a cui è confinato il giardino di via della Villa di Lucina non rappresenta una novità. Nel 2015, al suo interno, mentre stavano giocando con foglie e rametti, due bambine rischiarono di pungersi con una siringa. L'avevano raccolta da terra e solo grazie all' immediato  intervento dei genitori la vicenda non ha conosciuto un epilogo drammatico.

Un'area sempre più vulnerabile

L'episodio del 2015 rappresenta solo il caso più eclatante perchè, negli anni, sono state continue le segnalazioni dei residenti. Preoccupati per il degrado in cui versa lo spazio, ormai la frequentano sempre di meno. L'assenza di famiglie, però, rende il giardino ancora più vulnerabile. Una condizione che, l'amministrazione, non è finora stata in grado di arginare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento