rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
San Paolo San Paolo / Viale Giustiniano Imperatore

San Paolo: 11Radio lancia l’osservatorio sulle discriminazioni

Inaugurato l'Osservatorio sulle discriminazioni di 11 Radio. Valerio "Lo abbiamo lanciato poche ore prima dell'incursione di Militia Christi. E'inutile far finta di niente"

Da ieri è una realtà della quale, ripensando ai fatti recentemente avvenuti, se ne sentiva l’esigenza. E’ nata una nuova trasmissione all’interno di 11 Radio, dedicata a contrastare ogni forma di discriminazione.

“E’ stato inaugurato nel pomeriggio di martedì 20 aprile – ci informa Federico Valerio, conduttore di On Air – un servizio fondamentale che mancava nel nostro territorio: l’osservatorio sulle discriminazioni. Tutti i lunedì dalle 16:30 presso la postazione 11Radio di via Giustiniano Imperatore 75,  i cittadini e le cittadine dell'VIII municipio (ex XI) avranno uno spazio dove denunciare atti discriminatori subiti o percepiti che verranno discussi nella trasmissione ‘Chi è normale alzi la mano!’- ci fa sapere Federico Valerio.

L’incursione mattutina di Militia Christi che, stando alle dichiarazioni dell’Assessore Di Veroli, avrebbe aggredito verbalmente Andrea Catarci per l’istituzione del Registro per le Unioni Civili,  mostra una volta di più, la bontà dell'idea di creare un servizio come quello pensato da 11 Radio, il Network della Comunicazione Sociale. Se a quest'iniziativa politica inscenata contro il Registro delle Unioni Civili, si aggiungono le scritte omofobe nuovamente comparse al liceo Socrate, diventa del tutto evidente come il lancio della trasmissione di 11Radio sia particolarmente necessario.


“Da ormai quasi un anno, ospitiamo una trasmissione gestita da attivisti LGBT che si chiama ‘Chi è normale alzi la mano’. Ed è stato con loro – spiega Federico Valerio – che abbiamo deciso di avviare alla postazione di Giustiniano Imperatore, un osservatorio per raccogliere, ogni lunedì, le segnalazioni degli abitanti che vivono o sono testimoni di discriminazioni verso persone omosessuali. Vogliamo fare una sorta di mappatura, capire quale condizione devono subire persone che hanno altri orientamenti sessuali, ed evitare di nascondere la polvere sotto al tappeto. A questo – conclude lo speaker di 11Radio, Network della Comunicazione Sociale – servirà l’osservatorio sulle discriminazioni”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo: 11Radio lancia l’osservatorio sulle discriminazioni

RomaToday è in caricamento