Sabato, 20 Luglio 2024
San Paolo San Paolo / Viale di San Paolo

San Paolo: sabato porte aperte al Bambin Gesù

L’ospedale pediatrico aprirà le porte alle famiglie, dalle 11 alle 18, per alcuni test diagnostici e per prendere visione delle modalità della "terapia d'accoglienza"

Sarà una giornata, quella che attende le famiglie ed i loro figli sabato 22 giugno, per incontrare i medici dell’ospedale, per fare alcuni test diagnostici e per conoscere come opera la nuova struttura ospedaliera di viale San Paolo.

“Dalle 11 alle 18, giochi, laboratori, animazione, ma anche la possibilità per i partecipanti di eseguire piccoli test diagnostici e parlare direttamente con i medici. Madrina d'eccezione sarà Antonella Clerici, che intratterrà le famiglie e presenterà le nuove iniziative dell'Ospedale Bambino Gesù dedicate a rendere più sereno, per quanto possibile, il percorso di cura dei piccoli pazienti”. Così una nota dell'ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

“L'Open Day - spiega il prof.Giuseppe Profiti, presidente dell'Ospedale Pediatrico - è un'occasione per mostrare alle famiglie, in un clima di festa, il modo in cui l'Ospedale si prende cura dei bambini, non solo sotto il profilo dell'assistenza medica ma anche sotto il profilo di quella che noi chiamiamo 'terapia dell'accoglienza: lungo tutto il periodo della loro permanenza in Ospedale, per favorire il processo di cura, i bambini hanno bisogno infatti di sentirsi accompagnati e accolti insieme ad i loro genitori. L'iniziativa è anche un modo nuovo per avvicinare le famiglie ad una corretta informazione sanitaria, grazie al confronto con i medici dell'Ospedale che saranno a disposizione per consigli e suggerimenti”.

“Nell'arco della giornata, in spazi appositi e dedicati –si legge ancora nel comunicato - saranno realizzate attività di carattere ludico ed altre di informazione sanitario-scientifica. Le famiglie-potranno incontrare i medici dell'Ospedale e approfondire con gli esperti alcune tematiche specifiche, come l’ obesità, le malattie rare, le patologie metaboliche, i disturbi dell'apprendimento, l’iperattività, la diagnosi prenatale, l’allattamento al seno, la medicina dello sport,i servizi dello Sportello del Neonato, o problemi odontoiatrici, l’attività dei laboratori di ricerca”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo: sabato porte aperte al Bambin Gesù
RomaToday è in caricamento