Domenica, 13 Giugno 2021
San Paolo San Paolo / Via Gaspare Gozzi

Rami spezzati e penzolanti: nel Municipio XI è ancora emergenza

In attesa della nevicata-bis, prevista per domani e sabato, sono ancora tanti i rami degli alberi a terra perché spezzati dalla neve. E c'è anche un pericolo per l'incolumità delle persone, come al giardino Alberto Oliva di via Gaspare Gozzi

Il grosso albero caduto a Largo Veratti

Mentre Roma si prepara a vivere una seconda fase critica legata all'emergenza neve (la Protezione civile ha parlato oggi di ben 30 centimetri previsti), permangono alcune situazioni di disagio nel Municipio XI, dove diversi rami, o addirittura grossi alberi, hanno ceduto sotto il peso della neve arrivata copiosa venerdì e sabato scorsi.

E' il caso del grosso pino marittimo letteralmente sradicato e caduto in largo Veratti: come documentato dalle foto, la caduta ha provocato la lesione in diversi punti di una palazzina del terzo gruppo residenziale, distruggendo altresì il muretto di cinta e un'automobile parcheggiata nelle vicinanze. L'albero è stato rimosso nella giornata di lunedì 6 febbraio.

Non c'è stato alcun intervento tempestivo, invece, al giardino Alberto Oliva, tra via Gaspare Gozzi e via Gabriello Chiabrera, dove ancora oggi diversi rami di pino giacciono a terra. L'area è stata soltanto "segnalata" con un nastro bianco/rosso, ma è di fatto aperta al pubblico, non senza situazioni di possibile pericolo per l'incolumità delle persone. Alcuni rami di pino, infatti, sono stati spezzati solo in parte e "dondolano" in aria con il rischio di cadere da un momento all'altro. Non sembrano farci troppo caso le persone che si siedono sulle panchine del giardino, a pochi centimetri dai rami pericolanti.

"Anche nel Parco Caravaggio è caduto un grosso albero di pino - dice il presidente del municipio XI Andrea Catarci - e abbiamo segnalato al Servizio giardini tutte le criticità dei parchi e delle aree verdi nel territorio municipale". "Purtroppo il servizio è in affanno - conclude Catarci - per i numerosi interventi che andrebbero fatti in tutta la città dopo le nevicate di alcuni giorni fa". Fermo restando che a Roma si è dovuto far fronte ad una nevicata per certi versi "storica", con disagi annessi e connessi, ci si può preparare ad affrontare una seconda emergenza senza che si sia chiusa del tutto la prima?
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rami spezzati e penzolanti: nel Municipio XI è ancora emergenza

RomaToday è in caricamento