San Paolo San Paolo / Largo Giuseppe Veratti

Prostituzione dilagante, Catarci: "Sperimentare lo zoning"

Nel territorio del Municipio XI la prostituzione è una piaga sempre più invasiva: degrado sulle strade e disagi per i residenti. "Perché non sperimentare a Roma il sistema di zoning che ha risolto in parte il problema in altre città?", afferma Andrea Catarci

Nel tratto di viale Marconi che rientra nel territorio del Municipio XI, il fenomeno della prostituzione diventa dilagante. Le "lucciole" battono in strada e si appartano spesso con i loro clienti nelle vie limitrofe. A largo Veratti, largo Gibilmanna e largo Enea Bortolotti, oppure sul Lungotevere Dante, crescono le lamentele dei residenti costretti a convivere con questa piaga.

Considerando che i provvedimenti presi finora non sembrano portare a risultati rilevanti nel contrasto alla prostituzione, il presidente del Municipio XI Andrea Catarci individua una possibile soluzione: lo "zoning", un sistema sperimentato in altre città (per esempio a Venezia) che consente di concentrare il fenomeno in parti precise della città, lontano dai centri residenziali, ma comunque sicure e con le dovute protezioni sociali nei confronti di chi decide di uscire dal sistema di sfruttamento. "Perché non sperimentare il sistema di zoning che ha risolto in parte il problema in altre città?", si chiede Catarci, lamentando anche "le ripetute segnalazioni da parte del Municipio e il mancato intervento del Comune".

Da segnalare è l'iniziativa sul territorio portata avanti da alcuni cittadini riunitisi nel comitato spontaneo "No al degrado di viale Marconi", presieduto da Gianluca D'Angelosante, per cercare di smuovere le coscienze e combattere l'incuria generata dalla prostituzione in largo Giuseppe Veratti e nelle zone limitrofe.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione dilagante, Catarci: "Sperimentare lo zoning"

RomaToday è in caricamento