GarbatellaToday

Piazza dei Navigatori e "Bidet" di San Paolo: presto un'assemblea sulla "Truffa Capitale"

Resta incerto il futuro del palazzo di vetro di piazza dei Navigatori e dell'albergo di San Paolo. Catarci rilancia la questione: "Presidente e maggioranza non decidono? Prendiamo noi l'iniziativa"

L’edificazione dell’I60 ha segnato la prima crepa in seno alla maggioranza pentastellata, portando all’allontanamento dell’assessore Tisi.  La crisi è poi maturata con il progetto di riqualificazione degli ex Mercati Generali. La mossa per disarcionare definitivamente la squadra pentastellata dal Municipio VIII, potrebbe giocarsi sempre sul terreno dell’urbanistica. Nel territorio va infatti ancora risolta la questione legata alla convenzione di Piazza dei Navigatori.
 
"LA TRUFFA CAPITALE" - “Il Presidente del M5s del Municipio Roma VIII, Paolo Pace, ha rassicurato i cittadini sulla solidità della sua maggioranza. Sembra dunque che intenda ritirare le proprie dimissioni e proseguire. E noi facciamo lo stesso, presentando un atto sulla 'truffa capitale' di Piazza dei Navigatori e convocando le realtà territoriali per fare il 'Bilancio di 10 mesi di sgoverno municipale” annuncia l’ex Minisindaco del Municipio VIII. 

LO SGAMBETTO - Sembra uno sgambetto, quello che Andrea Catarci vuol fare all’attuale maggioranza.  “Non c'è due senza tre e, dopo gli atti proposti sull'edificazione I60 Grottaperfetta e sugli ex Mercati Generali,  che hanno contribuito in maniera determinante all'esplosione della maggioranza M5s del Municipio Roma VIII,  torniamo a riprendere l'iniziativa anche su Piazza dei Navigatori e sull'albergo incompiuto, visto che Presidente, Giunta e maggioranza M5s municipale non vogliono (o non sono in grado di) muovere un dito”.  A tal fine è stata convocata per il 28 marzo un’Assemblea pubblica in municipio, “per fare il 'Bilancio di 10 mesi di s-governo del Municipio Roma VIII”. Ma anche per stabilire cosa fare con l’accordo di programma su piazza dei Navigatori.

LE RICHIESTE - Le intenzioni dell’ex amministratore municipale, oggi portavoce della coalizione Civica e di Sinistra, sono veicolate attraverso una risoluzione. Si richiede di nuovo lo sgombero immediato del Comparto dell’immobile in acciaio e vetri in piazza dei Navigatori, abusivamente occupato dalla Confcommercio s.r.l.”. Si chiede poi all’Amministrazione cittadina di comunicare ufficialmente “ed in maniera definitiva a non concedere l’autorizzazione per il terzo palazzo previsto nella Convenzione urbanistica”. E da ultimo, ma sicuramente non per ultimo, si torna a puntare  “all’acquisizione al patrimonio comunale dell’albergo incompiuto di viale Giustiniano Imperatore” il cosiddetto Bidet. “ A titolo di risarcimento per le opere pubbliche dovute e mai realizzate per la collettività”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento