rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
San Paolo San Paolo / Via Silvio D'Amico

San Paolo: Team Building sistemando il parco FAO

I lavoratori dell'American Express, sistemeranno in due giornate il percorso salute del parco Sbragia - FAO. E' il primo esempio nel territorio di un'attività ispirata ai criteri di responsabilità sociale d'impresa

Il percorso salute del Parco Sbragia, alias Parco FAO, sarà presto oggetto di una profonda manutenzione.  Da tempo le sue postazioni per il fitness vivono una condizione di degrado. Molte sono rovinate, altre invece andrebbero completamente sostituite. Alla loro sistemazione, provvederanno  i dipendenti di un colosso mondiale che presto approderà nel territorio del Municipio VIII: l’American Express.  

UN TEAM BUILDING ALTERNATIVO - L’iniziativa, che si svolgerà nelle giornate di giovedì 26 e venerdì 26 maggio, è stata promossa dall’Ente di prossimità. “Roma Altruista, Onlus di volontariato flessibile– ci ha spiegato l’Assessore all’Ambiente Emiliano Antonetti – è stata contattata dall’American Express, che sta per trasferire i suoi uffici nel nostro municipio. Volevano organizzare un team building alternativo, diverso dal solito convengo in albergo. Pertanto è stato loro proposto di fare un’attività di volontariato”.

UN INTERVENTO DURATURO - L’idea, non è mai stata sperimentata nel territorio municipale. “L’azienda metterà a disposizione della Onlus  circa sessanta dipendenti e delle risorse economiche.  Impiegarli per un intervento spot, con una durata limitata nel tempo è stata subito scartata. Volevamo qualcosa che durasse, quindi il classico sfalcio dell’erba, non faceva al caso. E dunque si è aperto un ragionamento su come utilizzare quelle risorse economiche ed umane”.

UN TERRENO DA ESPLORARE - E la scelta è infine ricaduta sul Parco FAO. “Lì c’è un percorso salute con una ventina di postazioni. Molte di quelle sono inutilizzabili anzi, diciamo che solo otto -nove sono funzionanti. Verranno riqualificate – chiarisce Antonetti - attraverso il lavoro dei volontari divisi in due squadre,  cui si affiancherà la consulenza di alcuni professionisti del settore.  Il tutto a  costo zero per l’amministrazione”. Insomma, il parco di San Paolo potrà tornare ad essere frequentato anche dai residenti più sportivi del territorio.  “E’ un’attività  che si inserisce nell'ambito della responsabilità sociale d’impresa . Un aspetto su cui le aziende dei paesi anglosassoni – ha infine osservato l’Assessore Antonetti – investono molto. Qui da noi è una novità, e rappresenta un terreno che va sicuramente esplorato”. Come a dire che, l’iniziativa di giovedì e venerdì prossimo, potrebbe non essere l’ultima  di questo tipo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Paolo: Team Building sistemando il parco FAO

RomaToday è in caricamento