Sabato, 19 Giugno 2021
San Paolo San Paolo / Via Tarso, 35

Monta la protesta per il nido comunale chiuso da 16 mesi

E' inutilizzato ma può ospitare 89 bambini

Non ci sono soltanto le scuole appena inaugurate che, in pieno inverno, restano con i termosifoni rotti. A San Paolo si registrano anche casi di asili nido comunali che non riaprono e che privano quindi, il popoloso quartiere, di preziosissimi posti. E' quanto accade in via Tarso 35. Lì si trova l'asilo nido più grande dell'intero Municipio, inersorabilmente chiuso da 16 mesi.

Un futuro incerto

“Sarebbe in grado di ospitare ben 89 bambini” ricorda Amedeo Ciaccheri, candidato alla presidenza del Municipio viii – ma  il M5S capitolino e la Sindaca Raggi - che è anche Commissaria del nostro Municipio - non si sono mai interessati alla questione. Non è infatti previsto  né un progetto di riqualificazione né un finanziamento dedicato”. La questione, affrontata nei primi mesi dell'amministrazione di Paolo Pace (il minisindaco grillino poi passato a Fratelli d'italia) è rimasta in sospeso. Il nido chiuse infatti a pochi giorni dall'avvio dell'anno scolastico, nonostante una trentina di bambini vi fossero già stati iscritti. 

Una storia difficile

In realtà i problemi alla Filastrocca non sono mai mancati. Il municipio aveva infatti lamentato diverse criticità che avevano spinto l'ente locale, nel tempo, ad eseguire vari lavori. Nel 2009, durante l'amministrazione di Alemanno, la scuola venne finalmente ristrutturata ma anche in quel caso, gli interventi, lasciarono qualche perplessità. L'allora presidente Catarci lamentò infatti il persistere di problemi legati al sistema idraulico e la presenza di alcune crepe sui muri. Nonostante tutto, la scuola è rimasta in funzione fino a sedici mesi fa.

L'abbandono e il flash mob

"E' stata chiusa nuovamente per problemi strutturali nel settembre del 2016 - fa notare Ciaccheri - da allora sono passati 16 lunghi mesi e la Filastrocca versa ora in condizione di totale abbandono. Le auto parcheggiano sistematicamente davanti al cancello e gli evidenti danni ai muri ed al giardino, simboleggiano l'inerzia della Giunta Raggi". Ha gioco facile, il candidato presidente, nel ricordare che  situazione dell'edilizia scolastica nel quadrante San Paolo Garbatella è ormai critica. "Dagli asili nido, passando per le scuole dell'infanzia e per la scuola elementare Principe di Piemonte, fino ad arrivare al Liceo Socrate, il M5S non investe sull’edilizia scolastica, riduce ancora la manutenzione e la cura, chiude gli edifici man mano che presentano problemi e manda in crisi l’intera filiera educativa e didattica del Municipio VIII". Un tema da non sottovalutare e per il quale è stata organizzato un apposito flash mob. Si svolgerà alle 14 di giovedì 21, proprio davanti ai cancelli dell'asilo abbandonato.  "Perché la scuola pubblica e i diritti delle bambine e dei bambini vengono prima di tutto". Una regola che dovrebbe valere sempre, anche nel territorio amministrato dalla Sindaca Raggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monta la protesta per il nido comunale chiuso da 16 mesi

RomaToday è in caricamento